Quanti trucchi nasconde WhastApp? Scopriamoli insieme

Conoscete davvero tutti i trucchi di WhatsApp? Con o senza aggiornamento, è possibile servirsi di tali gruppi per poter stupire amici e famigliari.

WhatsApp è ormai diventata la app del nostro quotidiano, se non addirittura la nostra quotidianità. Su questa piattaforma digitale di messaggistica possiamo sentire i nostri famigliari lontani, oppure degli amici che abitano distanti da noi di qualche km, ma anche dei colleghi di lavoro. Certo, è più facile trovare una persona senza Facebook o Instagram, che trovarne una senza WhatsApp. L’app, infatti, è posseduta da tantissimi utenti, diversi tra loro per genere ed età. La cosa bella di questa app è che in continuo aggiornamento, ed ogni aggiornamento presenta tante funzioni nuove, davvero molto simpatiche.

Quello che non tutti sanno è che, con o senza aggiornamento, esistono dei trucchi che è possibile fare su tale app in modo da far rimanere senza parole i vostri amici o famigliari, così da essere sempre un passo avanti rispetto ad altri. Ma quali sono questi trucchi che WhatsApp nasconde? Vediamoli insieme in questo articolo.

Whatsapp e i trucchi con cui stupire gli altri

Partiamo dalla base, e cioè dal testo. Infatti, molti utenti non sanno che è possibile scrivere sull’app sia in grassetto, in corsivo che in sbarrato. Come?
Per realizzare una scrittura in formato grassetto è necessario inserire il testo che vogliamo digitare tra due asterischi in questo modo:
*esempio*;

Per realizzare una scrittura di tipo corsivo dobbiamo inserire il nostro messaggio tra due trattini bassi in questo modo: _ciao_;

Infine, il testo sbarrato apparirà se inseriamo il nostro messaggio di testo tra due Tilde così:
~ciao~.

Un’altra simpatica funzione che riguarda la tastiera, e quindi il testo, è quella di poterlo realizzare senza utilizzare le mani. Ad esempio, se si utilizza la Gboard, un tipo di tastiera, sarà sufficiente premere il tasto con l’icona del microfono. Stessa cosa avverrà con la tastiera Swiftkey. Se invece dalla vostra parte avete come assistente vocale Siri o Google, potrete inviare i messaggi attraverso relativi comandi impartiti.

L’ultima funzione, ma non per importanza, è una poco conosciuta, anche se in realtà è stata introdotta da moltissimo tempo e permette di personalizzare le notifiche per ogni gruppo. Servendoci del suono o di un eventuale lampeggio del led di notifica, possiamo capire chi è il contatto che ci sta scrivendo o chiamando. Per avere questa funzione, bisognerà aprire la chat interessata, cliccare sul nome e aprire le impostazioni personalizzate relative alle notifiche.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.