Rate mutui non pagate, arriva il Mise in aiuto delle banche

Arriva il Ministero dello sviluppo economico in aiuto delle banche, a copertura delle mancate rate di mutui e dei finanziamenti delle PMI.

Interviene il Ministero dello sviluppo economico a copertura delle mancate rate di mutui e dei finanziamenti che erano stati sospesi dal decreto legge Cura Italia (18/2020). Il decreto emanato il 9 luglio ha previsto una garanzia del 33 per cento a favore delle banche in relazioni a determinate misure concesse alle PMI. La norma ha stabilito misure nei confronti delle  Pmi che hanno contratto esposizioni debitorie nei confronti di istituti di credito, società di leasing, ecc. 

Rate mutui non pagate: l’approvazione della Commissione europea

Il decreto, attende l’autorizzazione della Commissione europea. Nello specifico la Commissione UE, ha chiarito che l’intervento non deve essere considerato come un aiuto di stato, ma prevede il rilascio di una garanzia del 33 per cento a favore delle banche, in base alle misure per l’esposizione debitorie delle PMI. 

I punti chiariti con la garanzia del 33 per cento prevedono:

a) irrevocabilità, di tutto o in parte, fino al 30 settembre 2020, delle aperture di credito a revoca dei prestiti concessi alla data del 29 febbraio 2020;

b) termine prorogato dei prestiti concessi non rateali con scadenza contrattuale fino al 30 settembre 2020;

c) sospensione delle rate dei mutui e dei canoni leasing fino al 30 settembre 2020.

Coloro interessati devono procedere con la richiesta di escussione della garanzia che può essere effettuata dalle banche, previo la procedura di recupero nei confronti delle PMI che sono risultate inadempienti. Tale richiesta deve avvenire entro e non oltre diciotto mesi dal 30 settembre 2020.

Rivalersi sulle PMI inadempienti cosa si intende?

Per le operazioni finanziarie  aperture di credito a revoca dei prestiti concessi alla data del 29 febbraio 2020:

– il mancato pagamento della quota capitale ed interessi a fronte della revoca o risoluzione;

– il mancato pagamento della quota capitale ed interessi a scadenza dell’operazione. 

Termine prorogato dei prestiti concessi con scadenza contrattuale fino al 30 settembre 2020 e non rateali:

– il mancato pagamento della quota capitale ed interessi a scadenza delle operazioni.

Sospensione delle rate dei mutui e dei canoni leasing fino al 30 settembre 2020:

– il mancato delle somme dovute per quota capitale ed interessi relative alle rate di mutui o canoni leasing.

Per tutte le operazioni finanziari che hanno beneficiato delle misure a sostegno previste dal’art. 56 comma 2 del decreto Cura Italia. 

La garanzia è cumulabile anche con altre operazioni finanziarie a favore della stessa PMI e con altre garanzie private. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”