Rateizzazione delle cartelle esattoriali: se non si pagano le rate, cosa succede?

Decadenza dal piano di rateizzazione per mancato pagamento delle rate, è possibile un nuovo rateizzo delle cartelle esattoriali?

Per tutte le rateizzazione delle cartelle esattoriali a partire dal 22 dicembre 2015, decadono quando viene meno il pagamento di cinque rate, anche non consecutive. Ma quali effetti ha la decadenza? È possibile ottenere un nuovo piano di rateizzo? Analizziamo queste domanda rispondendo anche al quesito di un nostro lettore.

Rateizzazione cartelle esattoriali: 9 rate non pagate

Un lettore ci ha posto la seguente domanda: Salve, ho un rateizzo che purtroppo dopo aver pagato la prima rata non sono più riuscito a pagare quelle successive e purtroppo sono 9 rate insolute. Per far fronte ho venduto lauto e potrei pagare le 9 rate scadute in un’unica soluzione il 8/01/2020. Vorrei sapere se il rateizzo in corso mi viene concesso ancora per le restanti rate. Grazie saluti cordiali.

Perdita dei benefici

Come sopra riportato si decade dal piano di rateizzazione quando viene meno il pagamento di cinque rate anche non consecutive.

Per i piani di rateizzazioni in corso prima del 22 ottobre 2015, valgono le vecchie regole e si decade dal piano con il mancato pagamento di 8 rate anche non consecutive.

Con la decadenza dal piano di rateizzazione si perdono i benefici, come ad esempio la sospensione del fermo amministrativo auto. Inoltre, con la decadenza dalla rateizzazione l’Agenzia delle Entrate può avviare le procedure esecutive (pignoramento) per recuperare il debito.  

È possibile ottenere una nuova rateizzazione?

L’Agenzia delle Entrate permette ai contribuenti che non sono riusciti a pagare le rate della dilazione e quindi sono decaduti dal piano richiesto, di poter aderire ad un nuovo piano di rateizzazione, a condizione che si tratti di una dilazione concessa dal 22 ottobre 2015.

Il contribuente potrà aderire ad una nuova dilazione se al momento della richiesta avrà saldato le rate scadute alla stessa data sono state pagate integralmente. In effetti, per poter accedere ad un nuovo piano, il contribuente dovrà saldare le rate scadute del precedente piano che lo avevano portato alla decadenza del beneficio.

Risposta

Le consiglio di rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, pagare in un’unica soluzione le rate scadute e chiedere una nuova rateizzazione in modo da bloccare le procedure dell’Agenzia delle Entrate per il recupero del debito.

Può recarsi direttamente agli uffici dell’Agenzia delle Entrate territoriale.

Cartelle esattoriali: rateizzazione fino a 72 rate (6 mesi)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”