Reddito di cittadinanza: cosa accade se cambia il nucleo?

Quando le somme giacenti del conto di un familiare possono inficiare sulla richiesta di reddito di cittadinanza?

Il reddito di una cittadinanza è la misura introdotta dal DL 4/2019 che permette un integrazione al reddito dei nuclei familiare in possesso di determinati requisiti patrimoniali e reddituali. Il calcolo dell’importo spettante al nucleo stesso si basa sulla composizione del nucleo familiare, sulla composizione del patrimonio e del reddito.

Reddito di cittadinanza e variazione nucleo

Un nostro lettore ci scrive:

Salve sono un 59enne che dopo la morte del padre e tornato a vivere con la mia convivente che attualmente percepisce rdc io non lavoro e tanto meno lei ma mi mantenevo grazie a mio padre che assistevo h24 ora ho fatto isee 2020 con la mia compagna devo ripetere la domanda? l,anno scorso 2018/19 mi venne negato x una giacenza di 6009€ provenienti dal conto di papa deceduto oggi quella soma non esiste +.ma isee 2020 mi richiede la situazione patrimoniale 12/2018 dove risulta ancora quella somma ignorando la situazione 12/2019 che risulta di molto inferiore rischio la non concessione x un importo in realtà non esistente grazie anticipatamente

Se la composizione del nucleo familiare che percepisce reddito di cittadinanza cambia a causa di nuove nascite o decessi non c’è bisogno di inoltrare nuova domanda per il sussidio ma basta presentare l’aggiornamento dell’Isee.

Se, invece, il nucleo familiare varia per l’entrata di un nuovo componente o perchè un componente che ne fa parte decide di trasferirsi altrove, è necessario presentare nuova domanda di reddito di cittadinanza includendo i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali della persona che entra nel nucleo o eliminando quelli della persona che abbandona il nucleo familiare.

La situazione che mi racconta, però, non mi è chiara: lo scorso anno il reddito di cittadinanza le fu negato poichè vivendo con suo padre e dovendo dichiarare anche i suoi possedimenti la giacenza del conto corrente del babbo le ha fatto negare il sussidio.

Oggi presentando domanda per se stesso dovrà presentare solo la sua DSU aggiornata che non contiene le giacenze del conto di suo padre (perchè di suo padre e non suo, lo scorso anno ha inficiato perchè suo padre faceva parte del suo nucleo familiare).

Presenti la sua DSU aggiornata e vedrà che le giacenze sul conto di suo padre, a meno che non le abbia ereditate lei, non le peseranno sulla concessione del reddito di cittadinanza nel nucleo familiare della sua convivente.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.