Reddito di cittadinanza, il ministro Catalfo lo conferma per il 2021

Il reddito di cittadinanza potrebbe essere potenziato e sicuramente ci sarà anche nel 2021: le parole del Ministro.

Confermato il reddito di cittadinanza anche per il 2021. Il Ministro del lavoro Nunzia Catalfo ha espresso, infatti, apprezzamento per i risultati che la misura ha avuto e tutto lascia intendere che il sussidio potrebbe essere addirittura potenziato dall’attuale Governo Conte.

Reddito di cittadinanza 2021

Il reddito di cittadinanza, come tutti ricorderemo, è stato introdotto dal decreto legge 4/2019. Cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle insieme alla quota 100, misura introdotta dallo stesso decreto, fin da subito ha riscosso il consenso di larga parte della popolazione.

I due punti principali del decreto in questione, che ricordiamo aver introdotto anche l’anticipo TFS, il riscatto laurea agevolato e la proroga all’opzione donna e all’Ape sociale per il 2020, aveva 2 punti focali ed erano proprio il reddito di cittadinanza e la pensione con la quota 100.

La quota 100, in ogni caso, è stata introdotta come misura sperimentale della durata di 3 anni con scadenza il 31 dicembre 2021, mentre il reddito di cittadinanza non ha avuto fissata una data per la sua scadenza e, quindi, finchè non interverrà una norma che ne prevede la scadenza continuerà ad essere erogato.

Il Governo Conte, per contrastare l’emergenza sanitaria da COVID-19  ha introdotto un nuovo sussidio (questo temporaneo) che si affiancherà al reddito di cittadinanza fino a luglio, il reddito di emergenza.

Appare chiaro, quindi, che le intenzioni del Governo siano quelle di sostenere le famiglie italiane in difficoltà.

Il Ministro Catalfo, commentando il reddito di cittadinanza afferma che si tratta di uno strumento che sta garantendo un contributi fondamentale per la tenuta sociale dell’Italia e che circa 2 milioni e 800mila italiani ne stanno beneficiando.

Si tratta di una platea di beneficiari enorme che senza il reddito di cittadinanza avrebbe avuto grandissime difficoltà ad affrontare la vita mese dopo mese e soprattutto nel periodo emergenziale.

Il Ministro sostiene che proprio grazie al sussidio questa platea di beneficiari “oggi riesce a fare la spesa, a pagare l’affitto e a sostenere quelle piccole spese di tutti i giorni che prima sembravano impossibili”.

Il Ministro prende in considerazione anche i dati Istat per dimostrare quando il sussidio stia impattando sulla lotta alla povertà affermando che con l’entrata in vigore del reddito di cittadinanza la povertà assoluta 2019 è scesa rispetto a quella registrata nel 2018.

Per il rilancio dell’Italia, sottolinea Catalfo, è necessario dare un ruolo centrale al progetto “reddito di cittadinanza” per fare in modo che anche nella ricerca del lavoro possano intervenire politiche attive potenziate.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.