Reddito di cittadinanza: la data di ricarica a maggio ma non tutti lo riceveranno

Tanti i percettori del reddito di cittadinanza in attesa della ricarica del sussidio nel mese di maggio. Chi sarà escluso dal pagamento?

Non tutti i percettori del reddito di cittadinanza a maggio riceveranno l’erogazione del sussidio. Infatti, è possibile che una vasta platea di famiglie non percepiscano il reddito per diversi motivi. Com’è è anche vero che la misura nata come contrasto alla povertà sia attesa da una fetta consistente della popolazione. Per quanto riguarda l’ufficialità della data di erogazione del sussidio, l’INPS non ha ancora fornito il calendario dei pagamenti aggiornati.

Reddito di cittadinanza: cos’è cambiato nella del calendario dei pagamenti?

Fino al qualche mese fa, ancor prima che esplodesse l’emergenza sanitaria da Covid-19. I percettori del reddito di cittadinanza accedendo al portale dell’INPS, potevano conoscere esattamente la data di erogazione del sussidio dal mese di gennaio fino alla fine dell’anno in corso.

Tuttavia, il sostegno economico rivolto al recupero nel mondo del lavoro, nell’ultimo periodo ha subito una lievitazione sproporzionale di richieste. Nel complesso sono triplicate le domande di sussidi, disoccupazione Naspi, cassa integrazione e così via. Un’ondata imprevista e, per lo più dovuta all’emergenza sanitaria da Coronavirus. La pandemia ha impattato fortemente su tutta l’economia nazionale, generando il tracollo della base dell’autonomia singola, il che ha portato migliaia di famiglie a sfiorare la soglia di povertà.

Gli esclusi dal sussidio economico

In linea generale, non riceveranno la ricarica di pagamento i fruitori del reddito di cittadinanza che non hanno presentato l’aggiornamento ISEE 2020. La chiusura programmata dagli uffici INPS e dei patronati, non rappresenta un valido motivo per l’omessa presentazione della dichiarazione ISEE 2020. Del resto, l’Istituto ha ampliato i servizi in rete, assicurando una valida assistenza telematica per tutti i contribuenti.

Quando sarà erogato il sussidio di maggio?

I percettori del reddito di cittadinanza (regolari) sanno che solitamente la ricarica di pagamento avviene intorno al 27 di ogni mese. Di conseguenza, se i pagamenti relativi ai mesi di febbraio, marzo e aprile sono stati erogati nel periodo tra il 24 e il 27 di ogni singolo mese. Si presuppone che per il mese di maggio la ricarica sarà effettuata nel lasso di tempo che intercorre tra il 25 e il 27 maggio 2020.

Tuttavia, nel caso in cui il beneficiario del reddito percepisca per la prima il sussidio, la trafila diventa diversa. In quanto, il percettore dovrà verificare la posizione alle Poste Italiane e, molto probabilmente la card con l’importo del reddito potrà essere ritirata dopo il 15 maggio 2020.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein