Reddito di Cittadinanza: nella domanda chi è presente nello stato di famiglia o tutti i conviventi?

Quali familiari devono essere considerati nella domanda per la richiesta del reddito di cittadinanza? Devono essere inseriti anche eventuali conviventi facenti parte di altro stato di famiglia?

Il reddito di cittadinanza viene erogato al richiedente in base alla composizione del nucleo familiare. Il nucleo familiare, inoltre, è quello che determina anche il reddito della famiglia poichè nell’Isee sono presenti i redditi di ciascun membro. Ma quali sono le persone da indicare facenti parte della famiglia, quelle che derivano dallo stato di famiglia o eventuali persone conviventi ma non appartenenti allo stato di famiglia del richiedente?

Reddito di cittadinanza e famiglia da tenere presente

Un nostro lettore ci pone un dubbio sul reddito di cittadinanza chiedendoci quali componenti della famiglia vanno indicati nella domanda:

Buongiorno, vorrei sapere per chi deve fare la domanda del reddito di cittadinanza deve indicare solo chi. è nel suo stato di famiglia o anche chi abita nella stessa abitazione ma ha uno stato di famiglia a parte.   

Grazie .

Iniziamo facendo una distinzione tra famiglia anagrafica e nucleo familiare prima di capire quali sono i familiari da inserire nella domanda di reddito di cittadinanza.

La famiglia anagrafica è quella che deriva dallo stato di famiglia, e comprende tutte le persone conviventi legate da vincoli affettivi o di parentela.  Il nucleo familiare, invece, prende in considerazione anche soggetti non facenti parte dello stato di famiglia, che non risiedono nella stessa abitazione ma che risultano a carico del contribuente.

Nella stessa abitazione è possibile avere anche 2 stati di famiglia quando tra i due non esiste vincolo di affetto o parentela (il caso dei coinquilini, ad esempio).

Il concetto di famiglia per la legge varia in base a quale situazione si considera. Esiste il nucleo familiare ai fini Isee, quello ai fini ANF.

Per il reddito di cittadinanza si prende in considerazione il nucleo familiare ai fini Isee che comprende il dichiarante, i componenti della famiglia anagrafica (lo stato di famiglia) e altri soggetti fiscalmente a carico anche se non conviventi (portiamo l’esempio del figlio che studia all’università fuori sede).

Per approfondire consigliamo la lettura del seguente articolo: Reddito di cittadinanza, isee, cittadinanza, nucleo familiare e importi

In caso di coniugi che hanno residenza diversa rientrano entrambi nello stesso nucleo familiare ai fini Isee anche se risultano in una diversa famiglia anagrafica.

Nella domanda di reddito di cittadinanza, quindi, non deve considerare i conviventi che non fanno parte del suo stato di famiglia ma soltanto le persone che rientrano nel suo nucleo familiare ai fini Isee.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.