Reddito di emergenza fino a 800 euro, a chi spetta e quando fare domanda?

Reddito di emergenza: molta è l’attesa per il sussidio del quale, per ora, si sa molto poco, Cerchiamo di rispondere a qualche dubbio.

Torniamo a parlare del reddito di emergenza, il sostegno che dovrebbe essere compreso nel nuovo Decreto che il governo dovrebbe pubblicare a breve. Il sussidio, secondo quanto trapelato fino ad ora, dovrebbe spettare a tutti coloro che si trovano senza reddito e senza aiuti da parte dello stato e potrebbe interessare anche i lavoratori sommersi  che, anche a causa dell’emergenza coronavirus, si trovano a non avere più entrate.

Il reddito di emergenza

Il reddito di emergenza, quindi, dovrebbe andare a colmare i vuoti lasciati dall’indennità di 600 euro prevista per il mese di marzo per collaboratori, partite Iva, lavoratori autonomi, stagionali , agricoli e dello spettacolo coinvolgendo, quindi, anche colf e badanti, lavoratori a chiamata, baby sitter, precari e lavoro sommerso. 

Cerchiamo di chiarire i dubbi dei nostri lettori al riguardo:

1)Buon giorno, pochi giorni prima dell entrata in vigore dei decreti mi sono licenziata per essere assunta in un nuovo posto di lavoro, purtroppo però il nuovo datore di lavoro che mi aveva garantito al 100% l’assunzione ovviamente ora si è tirato indietro nonostante l’attività sia aperta essendo una tabaccheria..quindi ora mi trovo completamente senza entrata, cosa posso fare? Ho qualche ammortizzatore che posso chiedere? E come fare? Grazie mille dell’aiuto 

2) Buonasera a tutti, volevo sapere gentilmente quando era possibile effettuare la domanda per il Rem, visto che la disoccupazione, vale a dire la Naspi mi è terminata nel mese di Aprile, vi ringrazio ed a presto.

3)Vorrei sapere se rientro nel reddito di emergenza visto che non lavoro 

4)Salve io lavoravo in nero e adesso non percepisco nulla ne reddito di cittadinanza, ne disoccupazione assolutamente nulla, come posso fare per richiedere il reddito di emergenza ? Dal 2 maggio si può contattare l’INPS? Grazie mille cordiali saluti 

Le nostre risposte:

1) Il Reddito di emergenza dovrebbe interessare tutti coloro che sono rimasti senza reddito da lavoro e che non hanno potuto accedere al reddito di cittadinanza e all’Indennità di 600 euro prevista dal Decreto Cura Italia di marzo. Dovrà attendere la pubblicazione del nuovo decreto per capire come presentare domanda per il reddito di emergenza (che sarà erogato, si pensa, per 2 mesi) di massimo 800 euro mensili.

2)Molto probabilmente il reddito di emergenza sarà contenuto nel decreto di prossima pubblicazione (probabilmente tra la fine di aprile e l’inizio di maggio). Prima della pubblicazione non è possibile inoltrare alcuna domanda visto che ancora non si conoscono con precisione neanche i destinatari della misura.

3) Dovrebbero rientrare nel reddito di emergenza tutti coloro che non hanno un reddito fisso e che non hanno potuto accedere all’indennità di 600 euro prevista dal Decreto Cura Italia. Saranno esclusi, ovviamente, i percettori di reddito di cittadinanza. Se non ha reddito, quindi, molto probabilmente potrà presentare domanda di REM.

4)Al momento non si ancora nulla di come presentare domanda per il reddito di emergenza. In ogni caso appena il decreto sarà pubblicato saranno fornite tutte le informazioni necessarie.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.