Reddito di emergenza spetta al nucleo familiare e non al singolo

Il reddito di emergenza può essere richiesto dal nucleo familiare e non dal singolo componente della famiglia. Attenzione alle incompatibilità.

Il reddito di emergenza è la misura che si affianca al reddito di cittadinanza, in questo momento particolare, per dare un sostegno alle famiglie che hanno subito maggiormente i danni economici causati dalla pandemia di coronavirus. Dopo tante ipotesi prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ad oggi possiamo dire con certezza a chi spetta il sussidio e quali sono i requisiti per richiederlo.

Reddito di emergenza al nucleo familiare

Un lettore scrive per chiedere:

Buongiorno volevo  un informazione in merito ai  requisiti per  avere il reddito di emergenza .
Il mio  nucleo  familiare è composto  da me ,  mio  figlio di 23 anni  e  la mia  compagna .

Io e mio  figlio abbiamo  sempre  fatto lavori  saltuari  tipo  pitturare,  tagliare erba  ect,  

La mia  compagna  invece  prende  una  pensione di reversibilità di 500  euro  dall  INPS.

Volevo chiedere gentilmente,   se dalle   informazioni che   avete, se     io  e mio  figlio,  in questo  momento  privi di alcun reddito e ammortizzatori sociali,  abbiamo diritto a  richiedere  il reddito di emergenza oppure    se  il piccolo reddito dato  dalla  mia  compagna ci  fa escludere dal  diritto.
Cordialmente saluti

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno al reddito familiare istituita dal Decreto Rilancio per i nuclei familiari in difficoltà economica a causa del coronavirus.

Per poter richiedere il beneficio è necessario che il nucleo familiare (e non il singolo) sia in possesso dei requisiti richiesti, così come già avviene per il Reddito di Cittadinanza.

I requisiti richiesti per l’accesso sono:

• per il solo componente richiedente è richiesta la residenza in Italia al momento della domanda

• reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore all’ammontare spettante di reddito di emergenza

• valore patrimoniale familiare inferiore a  10mila euro accresciuto di 5000 euro per ogni ulteriore componente e, comunque fino ad un massimo di 20mila euro

• valore isee inferiore a 15mila euro.

Il reddito di emergenza, però, è incompatibile se nel nucleo familiare c’è anche un solo componente titolare di un contratto di lavoro con retribuzione lorda superiore alla soglia massima di reddito di emergenza, se il nucleo familiare gode  già del Reddito di cittadinanza, ed è incompatibile se anche un solo componente del nucleo percepisce pensione diretta o indiretta.

Nel caso specifico del vostro nucleo familiare ad impedire l’accesso al sussidio è la pensione di reversibilità percepita dalla sua compagna visto che il sussidio non viene erogato se anche un solo componente del nucleo è titolare di pensione diretta o indiretta.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.