Regime forfettario dopo chiusura di una società di persone, è possibile?

Regime forfettario e chiusura di società di persone per fruire del regime agevolato, cosa prevede la normativa? I chiarimenti.

Una delle cause ostative del regime forfettario è il possesso di quote nelle società di persone o società di capitale (S.r.l.). Un lettore ci pone una domanda specifica sulla possibilità di uscire dalla società di persone e fruire del regime agevolato. Analizziamo il quesito del nostro lettore in merito causa ostativa prevista nella normativa.

Regime forfettario e socio di una società di persone

Buonasera, la mia domanda è:
Sto chiudendo una società in nome collettivo. Dopo la chiusura posso aprire una ditta individuale usufruendo della contabilità in regime forfettario?
La legge dice che come ditta non posso essere in regime forfettario se contemporaneamente sono socio di una società di persone. Ma se chiudo la società la legge è uguale?
Grazie della risposta 
Saluti
S. A.

Legge 190/2014

La domanda trova risposta nella legge 190/2014, che recita:

è possibile accedere al regime forfetario nelle ipotesi in cui la partecipazione in una società di persone o una S.r.l. trasparente venga ceduta prima dell’inizio di una nuova attività che dà diritto all’accesso al regime forfettario. Conseguentemente, nel caso di inizio attività, è possibile accedere al regime anche nelle ipotesi in cui la partecipazione in una società di persone o in una S.r.l. trasparente venga ceduta nel corso dello stesso periodo di imposta, ma prima dell’accesso al regime forfetario. Analogamente, non è preclusa l’applicazione del regime forfetario nell’ipotesi in cui la partecipazione sia acquisita nel corso dello stesso periodo d’imposta, successivamente alla cessazione dell’attività per la quale il regime è stato applicato”.

Causa ostativa

Per i soggetti possessori di partecipazioni in società di persone, anche se con quota minoritaria del 1 per cento, il regime forfettario è sempre precluso. La preclusione scatta nell’anno successivo, quindi, nel caso in cui non sia stata ceduta la partecipazione entro il 31 dicembre 2019 nel 2020 non si potrà fruire del regime agevolato.

Regime agevolato 2020: a rischio chiusura 10.000 partita IVA


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”