Requisiti pensione invalidi con quota 41 e ape sociale

Requisiti pensione invalidi: esistono soltanto due misure che consentono l’anticipo pensionistico e sono l’ape sociale e la quota 41. Vediamo in quali casi.

Requisiti pensione invalidi: quali sono le misure che permettono il pensionamento anticipato per chi ha un’invalidità certificata? Esistono in realtà soltanto due misura che permettono la pensione anticipata a questa categoria di lavoratori e sono quota 41 precoci e ape sociale. Vediamo quali sono i requisiti pensione anticipata richiesti.

Requisiti pensioni invalidi

Procedo a fugare i dubbi di due lettori che chiedono:

  1. Sono invalido all’80% ma essendo un dipendente del settore pubblico non ho potuto aderire alla pensione di vecchiaia anticipata. Sono in possesso di 34 anni di contributi ed ho compiuto da poco i 64 anni. C’è qualche possibilità per me di anticipare con i requisiti pensione in mio possesso?
  2. Sono un lavoratore precoce che è in possesso di 40 anni di contributi. Rientro anche nella categoria degli invalidi visto che sono riconosciuto con percentuale del 70%. Posso accedere alla pensione dedicata ai lavoratori precoci?

Tralasciando le misure dedicate agli invalidi civili, come ad esempio l’assegno ordinario di invalidità o la pensione di invalidità civile, e mettendo da parte anche la pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi all’80% (poichè si tratta di una pensione di vecchiaia e non di una misura anticipata) le uniche due misure che permettono l’anticipo pensionistico ai lavoratori con invalidità, come abbiamo affermato in premessa, sono l’ape sociale e la quota 41.

Per conoscere tutti gli aggiornamenti a livello previdenziale consiglio la lettura della nostra categoria Pensioni news.

Rispondo alle domande dei lettori:

1)Potrebbe accedere fin da subito alla pensione con l’Ape sociale. La misura, per i lavoratori invalidi, infatti, richiede almeno 63 anni di età, almeno 30 anni di contributi ed un’invalidità riconosciuta di almeno il 74%. Le consiglio di presentare domanda quanto prima, avendo raggiunto tutti i requisiti pensione invalidi richiesti dalla misura, poichè la stessa andrà in scadenza il prossimo 31 dicembre.

2) Purtroppo ai lavoratori precoci è consentito l’accesso alla pensione a loro dedicata quando siano in possesso dei requisiti pensione quota 41.  Per i lavoratori invalidi la quota 41 richiede almeno 41 anni di contributi versati, l’appartenenza alla categoria dei lavoratori precoci con almeno 12 mesi di contributi maturati prima del compimento dei 19 anni di età, a cui aggiungere anche un’invalidità certificata pari o superiore al 74%. Non avendo i requisiti sanitari necessari all’accesso l’unica possibilità di anticipare la pensione, nel suo caso, è con la pensione anticipata ordinaria che richiede almeno 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.