Il Decreto Semplificazioni dalla parte del 5G, stop al blocco dei Comuni

Un emendamento contenuto nel Decreto Semplificazioni mette un freno all’operato dei sindaci contrari all’istallazione delle reti 5G

Un emendamento contenuto nel Decreto Semplificazioni, recentemente passato al vaglio delle Camere e diventato legge, vieta ai sindaci italiani di varare misure contrarie alle reti 5G. I Comuni potranno solamente intervenire con ordinanze che ne minimizzino l’impatto locale. 

Il 5G nel Decreto Semplificazioni

Il punto relativo alle reti 5G è il comma 6 dell’articolo 38 “Misure di semplificazione per reti e servizi di comunicazioni elettroniche”. Il testo modifica l’articolo 8 della legge n.36 del 22 febbraio 2001 che delegava ai Comuni il compito di decidere se avvalersi o meno dell’istallazione delle antenne di telefonia mobile. 

Ora i sindaci non potranno opporsi al posizionamento, sul proprio territorio, di stazioni radio per le reti di comunicazione elettrone di qualsiasi tipologia. Non potranno, inoltre, imporre dei limiti di esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici diversi da quelli già stabiliti dallo Stato. Potranno, invece, adottare misure per minimizzare l’esposizione della popolazione a tali campi. Se confrontate con quelle fissate dalla Commissione Internazionale, tuttavia, l’Italia ha imposto soglie molto stringenti per quanto riguarda i livelli di emissioni di onde elettromagnetiche.

Un italiano su 13 è contrario alle reti 5G

Secondo i dati raccolti da Wired, i Comuni che si sono dimostrati contrari, con ordinanze e delibere, all’istallazione delle reti 5G sarebbero 431. Gli stessi italiani non si sono mostrati particolarmente entusiasti per l’istallazione delle reti di quinta generazione. Circa 5 milioni di cittadini, infatti, si sono detti contrari. 

Al primo posto nella classifica nazionale delle province che si sono opposti all’istallazione della rete 5G c’è Lecce, con 43 Comuni. Seguono la provincia di Fermo, con 35 Comuni, e quella di Padova, con 23 Comuni. Al momento la sperimentazione delle reti 5G è partita in dieci città metropolitane: Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Roma e Torino.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp