Riforma fiscale: taglio tasse in busta paga e istruzione gratuita, per chi?

La nuova riforma fiscale 5 Stelle-Pd punta al taglio delle tasse in busta paga e all’istruzione gratuita, anche fino all’università.

La riforma fiscale del nuovo Governo M5s-Pd punta a garantire stipendi più alti e un maggiore grado di istruzione. Tutto ciò sarà possibile con il taglio delle tasse in busta paga, che permetterà di rendere gratuita l’istruzione, anche fino all’università grazie ad esoneri e detrazioni per le fasce economicamente più basse.

Taglio alle tasse

L’intento è quello di stimolare acquisti e consumi, garantendo al tempo stesso agli italiani stipendi più alti. Di conseguenza, ogni cittadino avrà un maggiore potere d’acquisto, favorendo anche l’economia del Paese. E’ questo uno dei punti cardine della nuova riforma fiscale elaborata dal M5s e dal Pd.

Il taglio alle tasse dovrebbe così portare a molte altre conseguenze positive per l’Italia e i suoi cittadini. Una di queste è il miglioramento della scuola italiana. E’ possibile dare alle famiglie italiane e ai loro figli un’istruzione senza tasse, gratuita? Secondo il nuovo Governo sì, o almeno l’intento sembrerebbe questo.

Istruzione gratuita

In particolare per le famiglie appartenenti alle fasce economiche più basse, la nuova riforma fiscale vorrebbe puntare a garantire loro l’istruzione gratuita. Il programma prevede esenzione totale sulle tasse di iscrizione e frequenza di asilo e nido e, nei casi più gravi, anche per l’università. Tutto ciò gioverebbe anche al Paese, che potrebbe così vantare un mercato di lavoro più competitivo, limitando anche la migrazione dei giovani.

Oltre alla scuola, la riforma potrebbe dare esiti positivi anche nel settore sanitario e in quello della sicurezza pubblica. Per la sanità saranno investiti circa 10 miliardi di euro nei prossimi tre anni. E’ prevista anche l’assunzione di nuove figure professionali che, come sappiamo, mancano, in particolare a seguito della Quota 100. Per quanto riguarda la sicurezza, invece, la riforma punta a chiudere il contratto con le Forze dell’Ordine.

Ti potrebbe interessare anche: Pensione anticipata: il nuovo governo potrebbe apportare cambiamenti?

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.