Riforma pensione: idee discordanti, ecco la verità sulle pensioni nel 2021

Riforma pensione, troppe idee discordanti confondono le idee. Ecco la verità sulla riforma in base all’incontro al vertice dei 27 e il tavolo tecnico con i sindacati, con alcune considerazioni su tutta la situazione pensionistica e lavorativa italiana.

Si parla tanto di Riforma pensione e le notizie sul web sono discordanti fra loro, ma qual è la verità sulla nuova riforma? Cerchiamo di rispondere a questa domanda, analizzando gli ultimi sviluppi nelle pensioni news

Dopo Bruxelles: scenari possibili sulla riforma pensioni

Dopo l’incontro dei 27 a Bruxelles, l’Italia è stata ‘bacchettata’ sul sistema pensionistico, in particolare sulla pensione anticipata quota 100. Si è detto che l’Italia si poteva permette un lusso che gli altri paesi non avevano. Queste parole si riferiscono alla pensione Quota 100 che permette l’accesso con 62 anni e 38 anni di contributi. Il punto cruciale è l’età pensionabile anticipata. Dopo questo vertice, l’Italia sarà costretta, anche se non formalmente scritto, a rivedere il sistema previdenziale in tutto il suo complesso. Una cosa sembra certa e più volte chiarita anche dai vari esponenti politici, la quota 100 terminerà il suo triennio sperimentale il 31 dicembre 2021. Quindi, almeno per il 2021 scongiurato ogni possibile variante. 

Dall’incontro della ministra del Lavoro e i sindacati al primo tavolo tecnico sulla riforma pensione, è emerso che saranno prorogate le misure Ape Sociale rafforzandone gli aspetti, non si sa in quale misura, e l’Opzione donna.  La riforma previdenziali nel suo complesso sarà messa in atto nel 2022 con delega. Quindi, il 2021 sembra che non ci riserverà contraccolpi, anche se resta da chiarire se l’adeguamento dell’aspettativa di vita bloccato su alcune misure pensionistiche fino al 2026, resterà tale o il blocco sarà rimosso. La cosa non è ancora chiara e sicuramente nel prossimo tavolo tecnico ci saranno nuove notizie a riguardo. 

Un altro argomento che comunque bisognerà considerare è il cosiddetto scalone che lascerà quota 100, ma anche qui, si pensa che la patata bollente ricadrà nella prossima riforma pensioni. 

La quota 100 una misura giusta, il lavoro deve essere incentivato

La pensione quota 100 voluta dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle, è una misura che ha permesso a molti lavoratori di uscire anticipatamente dal lavoro lasciando posto ai giovani. L’obiettivo del cambio generazionale c’è stato e ancora vige, il problema è la crisi economica che attanaglia l’Italia e senza dei validi interventi mirati a ricostruire l’economia italiana, il sistema pensionistico andrà sempre peggio.

I giovani e il lavoro sono la forza trainante dell’economia e su di loro bisogna rafforzare gli interventi, creare lavoro, i bonus e le varie forme assistenziali sono un valido aiuto alle famiglie, ma le persone devono lavorare e non percepire solo un reddito dallo Stato. 

Si deve far funzionare il reddito di cittadinanza, che ha avuto l’effetto contrario. Le persone hanno preferito chiudere le attività o licenziarsi per prendere il reddito di cittadinanza, a discapito di tanti lavoratori che ogni mattina si alzano all’alba per recarsi sul posto di lavoro.

Bisogna cambiare, bisogna rivoluzionare il sistema, ma non quello pensionistico, chi lavora ha diritto di andare in pensione in un’età giusta.  


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”