Riforma pensione Quota 100: blocco al 31 dicembre 2020 con il prossimo DEF?

Riforma pensione Quota 100 con blocco al 31 dicembre 2020, cosa mi devo aspettare, rischio di perdere l’assegno pensionistico? Analizziamo cosa prevede il Governo.

Riforma pensione Quota 100 e blocco al 31 dicembre 2020? Sono tanti gli scenari della nuova riforma pensione 2020 e tantissime le preoccupazioni che investono i lavoratori prossimi alla pensione. Le voci che girano non sono affatto rassicuranti, ma cerchiamo di capire cosa sta succedendo ad un nostro lettore prossimo al pensionamento con la pensione anticipata Quota 100.

Riforma pensione Quota 100 il blocco al 31 dicembre 2020, una tragedia

La pensione anticipata Quota 100 entrata in vigore dal 1° gennaio 2019 fa parte delle pensioni news più richiesta. Questa forma pensionistica voluta dal governo Salvini – Di Maio, è entrata a gran forza nel sistema pensionistico in via sperimentale per un triennio dal 2019 al 2021. Molto criticata ma anche la più richiesta da parte dei lavoratori perché permette di accedere con l’età anagrafica di 62 anni e 38 anni di contributivi, e il suo assegno è calcolato come una normale pensione, quindi senza penalizzazione.

Il nuovo governo non vede di buon occhio la pensione anticipata quota 100 e cerca una soluzione per sostituirla, tante le ipotesi al vaglio, ma nessuna di questo al momento sembra raggiungere un obiettivo serio, democratico e dignitoso per la nuova classe di pensionati.

Cerchiamo di capire cosa sta succedendo.

Quota 100: cosa devo aspettarmi?

Un lettore ci scrive:

Gent.mi
sono un dipendente pubblico.
Volevo cortesemente rivolgere un quesito in merito alla tempistica per la domanda di pensionamento con quota 100 Dal punto di vista anagrafico, sono  nata il 24 novembre 1957 ed il 30 settembre del 2020 avrò 38 anni di contributi. E’ vero che la domanda potrò presentarla dal 1° ottobre 2020 con la finestra di 6 mesi e quindi la possibilità di percepire assegno di pensione dal 1 aprile 2021? Risponde al vero quello che si dice, ossia che è possibile che non avrò diritto alla mia pensione, se il Governo prevederà con il prossimo DEF, un termine anticipato della quota 100 stabilito al 31 dicembre 2020?

Grazie per un vostro riscontro

Finestre di uscita e riforma quota 100 con blocco nel 2020?

La finestra di sei mesi per i dipendenti del pubblico impiego è stata prevista nel decreto n. 4/2019, mentre per i dipendenti tale finestra mobile si riduce a tre mesi dalla maturazione dei requisiti. Quindi, il calcolo da lei effettuato è giusto.

In riferimento all’ipotetica riforma pensione quota 100 con il blocco della misura al 31 dicembre 2020, penso che sia molto difficile. Il governo prima che fosse investito dal Covid -19 aveva assicurato ai lavoratori che la quota 100 si sarebbe esaurita alla fine del triennio 31 dicembre 2021.

La storia ci insegna che tutto può succedere, le lacrime e sangue della Riforma pensione Fornero hanno lasciato un segno indelebile e molti sono ancora in attesa di trovare una soluzione. Ci sono lavoratori definiti “esodati” che sono ancora in attesa di una soluzione; senza lavoro e senza pensione.

Detto questo si cerca una soluzione per sostituire la pensione anticipata Quota 100 e allo studio una pensione contributiva con la flessibilità in uscita a 62 anni, le parti sociali sono molto contrarie all’ingresso di questa misura pensionistica in quanto troppo penalizzante sull’assegno pensionistico, specialmente per i lavoratori che hanno avuto una vita lavorativa discontinua. 

In conclusione, lei matura il diritto alla pensione nel 2020 e quindi, qualsiasi cosa succederà, nel suo caso l’assegno pensionistico con la pensione Quota 100  è assicurato, quindi, può stare tranquillo.

Si spera che il nuovo governo provveda alla nuova Riforma pensione considerando tutti gli aspetti. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”