Riforma pensione Quota 100: possibile a 60 anni?

Riforma pensione quota 100 e possibilità di accesso con un’età inferiore a 62 anni, analizziamo i vari scenari rispondendo ad un nostro lettore.

La riforma pensione quota 100 è possibile a 60 anni di età? La pensione quota 100 ha permesso a molti lavoratori di uscire dal lavoro con 62 anni di età e un requisito contributivo di 38 anni. La riforma pensione quota 100 è entrata in vigore il 1° gennaio 2019 con il decreto legge n. 4; attualmente è in vigore e fa parte delle pensioni news, la scadenza è previsa per il 31 dicembre 2020, termina il suo percorso sperimentale durato tre anni dal 2019 al 2021. Prevista una finestra mobile di sei mesi per i dipendenti del pubblico impiego e tre mesi per i dipendenti del settore privato. Per questa misura sono validi tutti i contributi versati a qualsiasi titolo (obbligatori, volontari, da riscatto, figurativi, ecc.), resta sempre il vincolo dei 35 anni di contributi utili. Inoltre, prevista la possibilità di cumulo gratuito per far confluire i contributi in un’unica cassa previdenziali. Analizziamo la domanda di un lettore in base alla nuova riforma pensione.

Riforma pensione Quota 100 a 60 anni, cosa si prevede?

Buongiorno,  volevo cortesemente chiedere a lei sulle riforme pensioni io ho 60 anni con contributi versati  35 anni c’è qualche possibilità di andare in pensione aspetto vostre notizie, grazie.

Come sopra menzionato la pensione quota 100 termina la sua fase sperimentale nel 2021 e sicuramente sarà sostituita da una nuova pensione anticipata. 

Allo studio le varie possibilità, si è parlato di una nuova pensione anticipata interamente contributiva o di una pensione quota 102 (64 + 38).

Il Governo al momento è impegnato nella ripresa dell’Italia e ha rinviato la nuova riforma pensione quota 100 per poter scegliere la giusta misura che non penalizzi troppo i lavoratori.

Quindi, al momento le consiglio di attendere la nuova riforma che dovrebbe contenere anche la proroga dell’Ape Sociale che permette il pensionamento all’età di 63 anni e un  requisito di 30/36 anni a seconda la categoria di tutela (lavoratore disoccupato che ha terminato di percepire al Naspi da tre mesi; lavoratore Caregiver da almeno sei mesi; lavoratore invalido con una percentuale superiore al 74%; lavoratore che svolge mansioni gravosi e usuranti).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”