Riforma pensioni 2021: Quota 41 e contributi volontari

Riforma pensioni 2020 e versamento dei contributi volontari validi ai fini del pensionamento, tutte le novità e le modalità di riconoscimento Inps.

La riforma pensioni del 2020 ha confermato i requisiti della pensione anticipata quota 41 per i lavoratori precoci, bloccando l’aspettativa di vita di cinque mesi e inserendo una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti. Analizziamo i nuovi requisiti e il raggiungimento della pensione quota 41 con il versamento dei contributi volontari, rispondendo alla domanda di un nostro lettore. 

Riforma pensioni con versamento contributi volontari

Un lettore ci chiede: Buongiorno, volevo per favore un informazione. Attualmente sono disoccupato ma prendo la naspi da aprile 2019 fino ad aprile 2021. Ho incominciato a lavorare in regola da maggio 1982 sino a marzo 2019. Ho 55 Anni e ne faccio 56 In agosto. Posso andare in pensione con i 40 anni pagando i contributi che mancano? Avendo cominciato prima dei 18 anni ed essendo disoccupato posso andare oppure no. Grazie distinti saluti

La riforma pensione del 2020 ha confermato i requisiti della pensione anticipata quota 41 per i lavoratori precoci, bloccando l’aspettativa di vita di cinque mesi e inserendo una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti.

Riforma pensioni 2020: i nuovi requisiti quota 41

Le novità sulla riforma pensioni riguardano la conferma della Quota 41 considerata una misura strutturale. Questa miusra è destinata ai lavoratori che hanno maturato 41 anni di contributi, indipendentemente dall’età anagrafica, di cui almeno un anno di contributi effetti di lavoro versati prima del diciannovesimo anno di età (lavoro precoce). Inoltre, bisogna trovarsi nelle categorie tutela, di seguito riportate:

  • lavoratore disoccupato che ha perso involontariamente il posto di lavoro e che da tre mesi ha terminato la fruizione della NASPI;
  • lavoratore con n’invalidità uguale o superiore al 74 per cento;
  • lavoratore “Caregiver”, colui che assiste almeno da sei mesi il familiare in situazione di handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3), la convivenza è un requisito indispensabile;
  • lavoratore che svolge mansioni gravose e usuranti.

Pensione quota 41 e contributi volontari

La risposta alla sua domanda è affermativa, lei può arrivare alla maturazione del requisito richiesto in base alla ultima riforma pensioni quota 41 con il versamento dei contributi volontari. Le consiglio di farsi fare un preventivo della somma da pagare, in quanto è sicuramente onerosa.

La riforma pensioni 2020 non ha modificato le modalità del riconoscimento dei  contributi volontari validi a tutti gli effetti per tutte le pensioni. Per versare i contributi volontari bisogna presentare richiesta telematica all’INPS Il versamento non può essere effettuato in un’unica soluzione ma per i periodi correnti (quattro trimestri ogni anno) deve essere effettuato entro il trimestre solare successivo a quello di riferimento. Ad esempio, per coprire il primo trimestre (gennaio-febbraio-marzo) il versamento deve essere effettuato entro il 30 giugno.

Ricordiamo che il rilascio dell’autorizzazione ai versamenti volontari è subordinato alla cessazione o all’interruzione del rapporto di lavoro che ha dato origine all’obbligo assicurativo.

L’autorizzazione rilascia dall’Inps non decade mai e i versamenti volontari, anche se interrotti, possono essere ripresi in qualsiasi momento senza dover presentare una nuova domanda.

Inoltre, i contributi versati possono essere negli oneri deducibili della dichiarazione dei redditi (redditi o 730) con una riduzione del reddito complessivo sul quale viene determinata l’imposta.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”