Riforma pensioni: eliminare gli sprechi, Salvini denuncia gli assegni sociali agli immigrati arrivati per ricongiungimento familiare, ma è vero?

Salvini e l’assegno sociale degli stranieri: quanto c’è di vero nel miliardo di euro annunciato?

Salvini, parlando della riforma pensioni, fa un annuncio shock di 1 miliardo di euro erogato in assegni sociali ad immigrati giunti in Italia per ricongiungimento familiare senza aver mai versato contributi nel nostro Paese.

Il Ministro dell’Interno sottolinea di voler eliminare tale spreco di denaro pubblico da poter reinvestire per aumentare gli assegni pensionistici più bassi.

Salvini ospite a 7Gold ha fatto la seguente dichiarazione “Siamo arrivati a circa un miliardo di euro di pensioni sociali erogate agli immigrati che sono arrivati qua coi ricongiungimenti familiari, sopra i 65 anni, senza aver mai pagato una lira di contributo” inserendo la cifra negli sprechi italiani evidenti che vorrebbe tagliare ma gonfiando la cifra per fare scalpore.

Quanto c’è di vero?

L’assegno sociale spetta anche agli stranieri e questo è vero, i requisiti per averlo, però sono 66 anni e 7 mesi, un reddito inferiore alle soglie fissate dalla legge e la residenza in Italia continuativa e stabile da almeno 10 anni. Gli extracomunitari possono chiedere l’assegno sociale solo se in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo e questo in un certo senso mette in dubbio quanto detto da Salvini. Per ottenere il permesso di soggiorno di lungo periodo il cittadino straniero deve avere un permesso di soggiorno da almeno 5 anni dimostrando di avere un reddito minimo non inferiore all’assegno sociale.

Ottenere quindi, l’assegno sociale subito, appena arrivati, sembra alquanto improbabile poichè con un reddito basso non si ottine un permesso di soggiorno di lungo periodo.

Matteo Salvini verso la carica di PremierMa Salvini si riferisce specificatamente a coloro che arrivano in Italia per ricongiungimento familiare: le regole per questo tipo di ricongiungimento però sono molto rigide e vietano che il nucleo familiare versi in condizioni di povertà tali da giustificare il diritto all’assegno sociale: chi chiede il ricongiungimento familiare deve avere casa idonea, reddito superiore all’importo annuo dell’assegno sociale aumentato della metà per ogni familiare che si vuole ricongiungere.

Per arrivare al miliardo di euro paventato da Salvini tutta la popolazione straniera presenta in Italia over 66 anni dovrebbe percepire l’assegno sociale e, quindi, essere poverissima, risiedere in Italia da almeno 10 anni, essere in Italia grazie al ricongiungimento familiare e allo stesso tempo non aver mai versato un centesimo di contributi allo Stato italiano… sembra un pò inverosimile.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.