Riforma pensioni: la Legge Fornero sarà “demolita” gradualmente

La Legge Fornero sarà demolita e si comincia con l’introduzione della Quota 100 e il blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata. Ecco cosa ha previsto il Governo

Riforma delle pensioni: dopo un incontro tra la Lega e il premier Conte si è confermato che la Legge Fornero sarà demolita e si comincia con l’introduzione della Quota 100 e il blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata.

In seguito, quindi al vertice tenutosi tra esponenti della Lega, tra cui Giorgetti, Durigon, Garavaglia con il Presidente del consiglio Conte e il Viceministro dell’Economia Laura Castelli e i rappresentanti della Ragioneria di Stato e dell’Inps. Successivamente a tale incontro la Lega ha confermato l’avvio della Quota 100, indipendentemente da come andranno gli accordi con l’Ue.

La lega inoltre ha anche ribadito che gli obbiettivi prefissati dal governo per lo smantellamento della Legge Fornero saranno rispettati a partire dal 2019, con l’introduzione della Quota 100, ma che resterà in vigore solo per tre anni, infatti sono stati confermati i finanziamenti dal 2019 al 2021.

Quindi la Lega conferma il suo obbiettivo, cioè il superamento della legge Fornero, cavallo di battaglia di Matteo Salvini durante la propaganda elettorale.

Adesso bisogna attendere il passaggio al Senato del testo della manovra finanziaria, in cui sarà presentato il mega-emendamento, detto anche “pacchetto pensioni”, in cui saranno specificati tutti i dettagli in merito a Quota 100, Opzione Donna e blocco dell’adeguamento delle pensioni con le aspettative di vita.

Riforma Pensioni: la legge Fornero come demolirla

Matteo Salvini ha sempre mostrato il suo interesse di mettere in campo riforme per smantellare la legge Fornero, anche se consapevole di non poter far tutto immediatamente. Quindi la demolizione avverrà in modo graduale, con l’inizio della Quota 100 che permetterà ai lavoratori di andare in pensione con 38 anni di contributi versati e un’età anagrafica minima di 62 anni. La quota 100 avrà durata solo per 3 anni  dal 2019 al 2021, in cui si può andare in pensione anticipata. La reale intenzione del Governo è quella di portare tutti i lavoratori di qualsiasi categoria ad andare in pensione con 41 anni di contributi, cioè con la quota 41.

Secondo le stime del Governo dal 2021 estendere questa misura costerà di meno, perché da questa data  per la maggior parte dei lavoratori la parte di pensione calcolata con il sistema contributivo sarà maggiore rispetto a quella con il sistema retributivo, e questo sarà sicuramente un disincentivo ad andare in pensione prima di raggiungere l’età pensionabile, in quanto anticipando la pensione si rischia anche una perdita sull’assegno.

Un altro punto importante della Legge Fornero è l’adeguamento dei requisiti per la pensione con le speranze di vita rilevate dall’Istat con cadenza biennale come previsto dalla riforma del 2011.

Anche qui, il Governo ha previsto delle modifiche, bloccando l’adeguamento con le aspettative di vita per le pensioni anticipate, poi si prevede di cancellare definitivamente questo strumento.  Secondo l’Istat non sarà necessario farlo nel 2021, in quanto per tale data non è previsto nessun adeguamento, ma bisognerà penarci per il 2023.

Riforma Pensioni: Quota 100 al Senato

Il Governo adesso deve pensare come fare per contenere il più possibile i costi di Quota 100 e reddito di cittadinanza; anche se ha promesso di non mettere nessun altro paletto rispetto a quelli già indicati. Sono state confermate  le finestre di accesso, i dipendenti pubblici dovranno effettuare un preavviso di 6 mesi, si sta cercando per dipendenti statali di trovare una soluzione per fissare la prima finestra di accesso a giugno e non ad ottobre.

Si sta cercando di mettere tutto in ordine per presentare il pacchetto pensioni una volta che la Legge di Bilancio sarà al Senato;  sia per quanto riguarda le regole di Quota 100, sia per il reddito di cittadinanza, ma l’ipotesi più reale  è quella di un decreto legge successivo alla manovra finanziaria.

Riforma pensioni: La Quota 100 si trasforma in Quota 104


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.