Riforma pensioni: La Quota 100 si trasforma in Quota 104

Il governo sta pensando ad un’importante correzione della riforma delle pensioni, infatti  la Quota 100 scompare per lasciare il posto alla Quota 104. Ecco tutte le novità

Il governo sta pensando ad un’importante correzione della riforma delle pensioni, infatti  la Quota 100 scompare per lasciare il posto alla Quota 104.

La Quota 104 è il provvedimento con cui il governo per mesi ha proposto per eliminare la riforma pensionistica della Fornero. Ma poiché le risorse scarseggiano, questa si sta riguardando, ciò lo ha annunciato il leghista Alberto Brambilla, esperto in materie economiche.

Quota 100: le risorse

Il governo per evitare che l’Unione Europea avvia realmente nei confronti dell’Italia una procedura di inflazione, ha bisogno di far scendere il deficit dal 2,4 proposto al 2%. Operazione non proprio semplicissima, perché significa recuperare ben 7 miliardi di euro. Facciamo presente che la sola manovra pe l’introduzione della Quota 100 solo nell’anno 2019 costa 6,7 milioni di euro. Quindi il governo deve studiare il modo di ridurre il deficit e nello stesso tempo non rimangiarsi le promesse fatte agli italiani.

Quota 100 diventa Quota 104

Alberto Brambilla ha proposto quanto seguente: far accedere alla pensione chi ha raggiunto i requisiti per la quota 100 a scaglioni. Chiariamo il concetto a marzo 2019 andranno in pensione chi ha raggiunto 62 anni e 38 anni di contributi versati ma solo se al 31 dicembre 2018 fanno raggiunto questi requisita già da 2 anni. Quindi solo questi soggetti avranno la possibilità di accedere alla pensione a gennaio 2019. Tutti gli altri dovranno attendere ancora alcuni mesi, ad esempio in estate dovrebbero andare in pensione chi ha maturato i requisiti Quota 100 da 18 mesi, e così via. Infatti l’obiettivo è quello di far accedere alla pensione chi ha raggiunto la quota 100 a scaglioni, dal 2019 al 2020.

Requisiti dopo il 31 dicembre 2018

Quindi la Quota 100 diventa Quota 104, infatti un lavoratore che ha raggiunto 62 anni e 38 di contributi versati da due anni, ciò significa che accede alla pensione a 64 anni e 40 anni di contributi.

Ma ciò che non è chiaro è quando invece andranno in pensione chi maturerà i requisiti dopo il 31 dicembre 2018. Per questo quesito aspettiamo delle delucidazioni.

In pensione con la quota 100 nel 2019: da quando con le 4 finestre in 24 mesi?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.