Riforma pensioni Quota 41 fino al 2023?

Riforma pensioni nel 2023 la quota 41 sarà ancora in vigore, si potrà fare domanda: le ultime news sulle varie misure pensionistiche.

Allo studio la nuova riforma pensioni con la sostituzione della Quota 100 in un’altra misura di pensione anticipata con un requisito anagrafico più alto si parla di sostituire l’età anagrafica da 62 anni a 64 anni, lasciando inalterato il requisito contributivo richiesto di 38 anni. Ci si chiede cosa succederà alla Quota 41 per i lavoratori precoci? Cosa prevede la nuova riforma pensioni? Analizziamo tutte le ultime informazioni sulle pensioni news.

Riforma pensioni quota 41: ultimi sviluppi 

Un lettore ci chiede: Vorrei cortesemente sapere se ad oggi che ho 38.76 anni di contributi e 55 anni ed essendo precoce posso andare in pensione con i 41 ovvero ad aprile 2023. La saluto

L’attuale riforma pensione prevede il pensionamento con Quota 41 per i lavoratori detti “precoci” in quanto hanno iniziato a lavorare prima del compimento del diciannovesimo anno di età.

Requisiti Quota 41

I lavoratori precoci possono accedere alla Quota 41, ma non basta solo il lavoro precoce, ci sono dei vincoli ben precisi da rispettare. È richiesto un requisito contributivo di 41 anni indipendentemente dall’età anagrafica e l’appartenenza ad una delle seguenti tutele:

– disoccupato che da 3 mesi ha finito di percepire la naspi;
– lavoratore invalido con una percentuale del 74%;
– lavoratore caregiver che almeno da 6 mesi assiste il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3);
– lavoratore che svolge mansioni usuranti.

Quindi, lei potrà accedere alla pensione Quota 41 se soddisfa oltre al lavoro precoce e 41 anni di contributi anche una delle sopracitate tutele. In riferimento alla riforma pensioni con la possibilità della Quota 41 fino al 2023, le ipotesi sono allo studio al Governo. 

Tantissime le novità sulla Riforma pensioni allo studio con varie ipotesi di flessibilità in uscita, con particolare attenzione per i giovani e le lavoratrici donne

Riforma pensioni quota 41: secondo il vecchio e nuovo governo

La quota 41 nel 2021 secondo il vecchio Governo (Salvini – Di Maio) doveva subire un cambiamento strutturale, una quota 41 per tutti senza limiti, paletti e tutele, solo 41 anni di contributi. Cambiato il Governo cambiamo le riforme pensioni, infatti, questa ipotesi è stata accantonata.

La pensione Quota 41 non dovrebbe subire modifiche, anche se ultimamente si sono formulate alcune ipotesi.

Le nuove ipotesi sono preoccupanti

Le ipotesi sulla riforma pensioni sono tante le ultime novità sulle pensioni sono discordanti, sicuramente ci saranno delle modifiche sostanziali e sarà sostituita la Quota 100.

Negli ultimi giorni, si è palesata l’idea che la nuova riforma pensioni abolirà tutte le pensioni anticipate lasciando in vigore solo la pensione di vecchiaia a 67 anni.

Per sapere cosa succederà bisogna attendere la riforma pensioni, al momento la situazione sia economica – sanitaria che vive l’Italia è molto difficile e sicuramente ci sarà un cambio di scenario.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”