Riki di Amici risponde a chi lo definisce ‘frocio’: non è un insulto nel 2019

Il noto cantante del talent show di Maria de Filippi, Riki ha risposto con l’amore a quello che doveva essere un insulto omofobo.

Ha fatto breccia nel cuore di numerosi telespettatori grazie alla sua partecipazione al noto talent show di Maria de Filippi, Amici, ed il suo successo non trova ostacoli. Stiamo parlando di Riki, all’anagrafe Riccardo Marcuzzo, che da quel momento di strada ne ha fatta parecchia nella musica. Ma non solo: spesso e volentieri i personaggi famosi, soprattutto quelli usciti da programmi televisivi di un certo successo, diventano anche il bersaglio di numerose critiche mosse  da chi non ama particolarmente quel dato personaggio. E anche questo è toccato al nostro Riki. Lo stesso cantante si è ritrovato al centro di una polemica: in pratica è stato definito un omosessuale, ma sembra che Riki non l’abbia presa male come forse avrebbe potuto accadere ad altri. Vediamo più da vicino la vicenda che lo ha visto protagonista.

‘Sei frocio’ e Riki risponde così: nel 2019 non è un insulto

“Rovinami“ è il titolo del nuovo album  di Riki che viene pubblicizzato con tanto di manifesti in cui il cantante si mostra a petto nudo.

Tali manifesti si possono incontrare molto facilmente in ogni città italiana e se il ragazzo è a petto nudo ci sarà un perchè.

L’idea della promozione è quella di permettere alle persone e soprattutto ai fan di scriverci sopra, decorarli o attaccarci sopra foto.

La promozione ha portato i suoi frutti al punto che lo stesso cantante ha così commentato in un post da lui stesso fatto:

“Tutto è iniziato appena due giorni fa ed è surreale quello che sta accadendo! Qui ho raccolto solo dieci delle centinaia di foto che mi hanno segnalato. Quando pensavo a Rovinami, volevo fosse un’operazione principalmente provocatoria. Non mi sarei mai aspettato che le persone andassero veramente in giro a scrivermi sopra o a pasticciarmi, né tanto meno che lo facessero direttamente dal telefono!”

Ma Riki sembra non aver dimenticato nessuno e continua così:

“Grazie a tutte queste dimostrazioni di affetto e grazie anche a chi mi insulta o pensa di farlo. ‘Fr…o’ non è un insulto, specialmente nel 2019! L’odio prima si stufa e poi si spegne. Cresciamo, crediamoci e non avremo paura perché chi sta bene con sé stesso e si accetta, sia con l’ironia che con l’indifferenza, vince sempre”.

Ovviamente il cantante fa  riferimento a una scritta omofoba apparsa su uno dei suoi manifesti, e così facendo ha sdoganato un altro tabù.

Leggi anche:

Amici Celebrities 2019: inizio, cast, partecipanti e giudici


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.