Rimborsi bollette a 28 giorni: devono essere automatici

I rimborsi per le fatture a 28 giorni, secondo il Consiglio di Stato dovranno avvenire d’ufficio e non a domanda.

Il Consiglio di Stato con una recentissima sentenza, rigetta i ricorsi delle compagnie telefoniche per i rimborsi agli utenti delle bollette a 28 giorni: questi ultimi, secondo i giudici, dovranno avvenire senza che il cliente ne faccia richiesta, in maniera automatica.

Rimborsi bollette a 28 giorni

Il ricorso oggetto della sentenza è stato presentato da Vodafone anche se già qualche mese fa il Consiglio di Stato aveva rigettato ricorsi presentati da altre compagnie che si schieravano contro le sanzioni imposte dall’Agcom. Con la pubblicazione della sentenza, inoltre, il Consiglio di Stato chiarisce anche il perchè l’indennizzo debba avvenire d’ufficio e non su richiesta.

Le compagnie telefoniche, secondo i giudici, hanno attuato una scelta eccentrica e sleale di ricorrere alla fatturazione non mensile ma a 28 giorni andando, nei fatti, a creare un aumento nei loro ricavi e nei costi sostenuti dai loro clienti.

Con la sentenza in questione le compagnie telefoniche non potranno più rifiutarsi di procedere ai rimborsi in attesa che il cliente, danneggiato dalla politica scorretta applicata, presenti una domanda di rimborso. Le compagnie telefoniche, quindi, saranno chiamate a restituire ai clienti i giorni illegittimamente erosi dalla fatturazione a 28 giorni. In fattura al cliente, quindi, dovrà essere riconosciuto dal proprio operatore il numero di giorni erosi dalla fatturazione a 28 giorni che andrà, di fatto a posticipare la fattura in oggetto di tanti giorni quanti sono quelli che sono stati pagati in più. Le date interessate dalla fatturazione a 28 giorni vanno dal 23 giugno 2017 ad aprile 2018.

I giorni erosi, in ogni caso, potranno, dalle compagnie telefoniche anche essere spalmati su più fatture, l’importante è che vengano rimborsati all’utente.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.