Rimborso Rc auto: come ottenere i soldi dell’assicurazione non utilizzata?

È possibile richiedere il rimborso Rc auto per non utilizzo della vettura a causa delle misure restrittive da Coronavirus? Chi rilascia i bonus?

Come richiedere il rimborso RC auto per non utilizzo del veicolo a causa delle misure restrittive da Coronavirus? Tanti gli automobilisti che in ottemperanza hai Dpcm, hanno parcheggiato l’auto rispettando in pieno la quarantena non usufruendo della vettura.

In tanti sono rimasti a casa e, altrettanti stanno chiedono come richiedere il rimborso per il fermo della vettura non imputabile all’automobilista? Considerato l’obbligo di restare a casa evitando gli spostamenti, si possono riavere i soldi versati per la copertura della polizza assicurativa?

Rimborso RC Auto: la risposta della Codacons

La risposta della Codacons non è tardata a giungere. Infatti, conti alla mano a causa delle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19, di auto parcheggiate in bella vista ne sono state contate molte. Tanti gli automobilisti che hanno subito un doppio danno, il primo riguarda l’aspetto economico, ossia la copertura della Rc auto. Mentre, il secondo la chiusura forza dal lavoro.

In sostanza, in tanti hanno pagato l’assicurazione sul veicolo, non ricevendo alcuno sconto particolare per i danni da Coronavirus. In linea generale, parliamo di un’assicurazione non goduta.

Il computo della Codacons sugli elementi Ivass, ha quantificato una perdita mensile pari a circa 33,6 euro, un conteggio considerato che per il costo medio della Rc auto nel nostro Bel Paese si aggira intorno ai 404 euro. Costi che lievitano per i neopatentati e per il Meridione.

In sostanza, in Italia le polizze assicurative sfiorano i 39 milioni di vetture, la stima della perdita di circa 1,3 miliardi di euro (mensili) investe in pieno gli automobilisti. Basti pensare che solo nel mese di marzo i sinistri sono diminuiti di circa l’80%, a paragone dello stesso periodo del 2019.

Ciò vuol dire che le compagnie hanno fruito maggiormente dalle misure restrittive, registrano un importante netto calo dei sinistri e, in contropartita le coperture assicurative regolarmente versate. Alla luce di queste considerazioni, il Codacons ha invitato il Governo a emanare dei provvedimenti di rimborsi o sconti, che vengano riconosciuti in forma automatica agli assicurati.

UnipolSai si schiera a favore dell’assicurato

La UnipoSai senza aspettare che il Governo emani il provvedimento richiesto dalla Codacons, si è attivata garantendo un voucher agli assicurati Rc auto, ossia circa 10 milioni di clienti. In sostanza, si tratta, di uno sconto del valore di 20 euro che i clienti potranno utilizzare nel pagamento in scadenza della prossima assicurazione.

UnipolSai in considerazione che tutto il Paese si è fermato per fronteggiare un’emergenza nazionale. Ha voluto contribuire a sostenere le famiglie e le aziende, attraverso la restituzione della polizza Rc auto relativa al mese di stop.

Come richiedere il bonus da 20 euro? Utilizzando la piattaforma dedicata UnipolSai, inserendo i dati identificativi del veicolo e dell’assicurato, come: targa, nome e cognome dell’assicurato, dati anagrafici, numero di telefono (cellulare o fisso) ed email.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein