Rinnovo cessione del quinto: occhio ai rimborsi

Cessione del quinto e il suo rinnovo, ti illustrerò le caratteristiche di questa forma di prestito e che tipo di rimborso potresti ottenere.

In questo articolo ti spiegherò tutto ciò che devi sapere nel caso in cui abbia rinnovato una cessione del quinto negli ultimi 10 anni. Ti illustrerò inoltre le caratteristiche di questa forma di prestito e che tipo di rimborso potresti ottenere. La cessione del quinto è un tipo di finanziamento a tasso fisso costante e rivolto a dipendenti statali, privati e pensionati. Si chiama così proprio perché le rate del finanziamento non possono superare un quinto dello stipendio o della pensione. Il finanziamento infatti si basa esclusivamente sul reddito di chi lo richiede, su una assicurazione sulla vita e sul rischio di perdita del lavoro.

COS’E’ IL RINNOVO DELLA CESSIONE DEL QUINTO

Oggi accade frequentemente che i consumatori preferiscano rinegoziare la cessione del quinto perché gli interessi proposti sono notevolmente più bassi rispetto a quelli degli anni precedenti.

Peraltro, rinnovando il prestito e dunque estinguendolo a favore di uno totalmente nuovo, si riceve da parte dell’intermediario una immediata liquidità.

In parole semplici, quando si chiede il rinnovo, una parte del credito viene destinato all’estinzione del precedente finanziamento e la restante parte viene corrisposta direttamente al cliente.

QUANDO E’ POSSIBILE RINNOVARE LA CESSIONE DEL QUINTO

La legge n. 180 del 1950, riguardante la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, precisa che è possibile rinegoziare il prestito soltanto se il consumatore ha già rimborsato il 40% del debito.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che tu abbia contratto una cessione del quinto con durata di 10 anni e dunque pagabile con n. 120 rate (caso più frequente). A questo punto, se non vi sono stati particolari intoppi durante gli anni precedenti, potrai rinnovare il finanziamento a conclusione del 4° anno (dopo 48 rate).

E’ prevista però una eccezione per quanto riguarda i prestiti di durata inferiore.

Infatti, per quelli di durata iniziale uguale o inferiore ai 5 anni, è possibile il rinnovo anche senza aver saldato il 40% del debito ma con l’obbligo di rinnovarlo per una durata maggiore e pari ad anni 10 (120 rate).

CHI PUO’ CHIEDERE IL RINNOVO?

La domanda più frequente che mi viene posta è possibile che qualcuno non possa accedere alla rinegoziazione del prestito. La risposta è la seguente: non ci sono limitazioni e tale richiesta può essere effettuata da chiunque abbia già attivato la cessione del quinto!

RIMBORSO RINNOVO CESSIONE DEL QUINTO

Quando si rinnova la cessione il consumatore deve chiedere all’intermediario il conteggio estintivo; questo estratto indica in modo specifico gli importi che devono essere ancora versati, divisi nelle seguenti voci: 

  • Capitale residuo
  • Interessi non goduti
  • Eventuali quote insolute
  • Penale di estinzione anticipata.

Ma manca il dato più importante per i risparmiatori.

Nel 95% dei rinnovi che mi sono stati sottoposti ho notato che scarseggiano le voci da rimborsare o che, se riportate, sono quasi sempre di importo inferiore rispetto a quello dovuto.

Infatti, quando si sottoscrive la cessione del quinto, il consumatore paga in anticipo e per la durata del contratto dei costi detti: Commissioni finanziarie, commissioni accessorie e premi assicurativi

L’importo da rimborsare viene stabilito secondo un criterio proporzionale, cosiddetto ratione temporis, tale che l’importo complessivo di ciascuno dei suddetti costi venga suddiviso per il numero complessivo delle rate e poi moltiplicato per il numero delle rate residue.

Più semplicemente hai diritto al rimborso di queste commissioni in % del premio non goduto e, per poterlo ottenere, è necessario avere copia del contratto di finanziamento e del prospetto di estinzione.

Se non riesci a recuperare alcuni dei documenti necessari per richiedere il rimborso non preoccuparti, potrai contattarmi e ti aiuterò ad acquisirli senza alcun problema.

Se vuoi saperne di più ti invito a guadare il mio video

Se invece vuoi ricevere una consulenza specifica, puoi contattarmi senza alcun impegno all’indirizzo email e sarò lieto di aiutarti.

Avv. Stefano Di Giacomo, appassionato ed esperto di diritto dei consumatori

http://www.risarcimentierimborsi.it

E-mail: info@risarcimentierimborsi.it


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Avv. Stefano Di Giacomo

Difendere i più deboli è sempre stato il mio desiderio. Per questo motivo ho deciso di dedicare la mia attività lavorativa alla difesa dei consumatori e delle persone invalide o con disabilità. Si tratta spesso di soggetti indifesi rispetto alle grandi società private ed Amministrazioni pubbliche. Il mio compito è impegnarmi giornalmente affinché possano ottenere ciò che spetta loro di diritto.