Riscatto contributi LSU: i costi variano in base al periodo

Come vanno riscattati i Lavori Socialmente Utili ai fini pensionistici? Vediamo in quali casi il riscatto è oneroso e in quali è gratuito.

Forse non tutti lo sanno ma per i periodi in cui si sono svolti Lavori Socialmente Utili è possibile procedere al riscatto del contributi che, in alcuni casi non hanno un onere per il richiedente. Per tali periodi vengono riconosciuti contributi validi per la pensione, in  alcuni casi solo per il diritto, in altri anche per la misura. Cerchiamo di capire.

Riscatto Lavori Socialmente Utili

Una lettrice ci scrive:

Buonasera
Ad oggi mi trovo con circa 33 anni di contributi tra pubblico e privato e ho 59 anni….dal 1997 al 2000 ho svolto lavoro socialmente utile , ma il patronato mi dice che dovrei riscattarlo per essere riconosciuto … attualmente da circa 20 anni sono collaboratrice scolastica …quanto mi verrebbe a costare il riscatto ? Mi potrebbe servire per riuscire ad andare in pensione con opzione donna ?…
Gentilmente ringrazio

Il Lavoro Socialmente utile può essere riscattato ai fini pensionistici ma l’onere del riscatto varia in base alla data in cui è collocato il periodo di attività.

Per i lavori socialmente utili svolti fino al 31 luglio 1995 è previsto il riconoscimento di contribuzione figurativa a titolo gratuito valida al diritto e alla misura della pensione (utile, quindi, sia per raggiungere prima il requisito contributivo che per il calcolo dell’assegno.

Per le attività di LSU prestate, invece, dal 1 agosto 1995 è previsto il riconoscimento di contribuzione figurativa valida soltanto al diritto della pensione (non sarà presa, quindi, in considerazione per il calcolo dell’assegno).

Per i lavoratori che hanno svolto Lsu fino alla fine di luglio 1995, quindi, non è richiesto alcun onere. Per i lavoratori che hanno svolto tali attività dopo il 31 luglio 1995, quindi, sempre senza alcun onere è previsto il riconoscimento ai soli fini del diritto. Se questi lavoratori vogliono far valere questa contribuzione figurativa anche ai fini del calcolo dell’assegno è richiesto il riscatto a titolo oneroso.

Nel suo caso specifico, quindi, essendo gli LSU svolti successivamente al 31 luglio 1995senza alcun onere le saranno conteggiati come periodi utili al raggiungimento dei requisiti contributivi richiesti ma se vuol farli valere anche per il calcolo dell’assegno dovrà riscattarli a sue spese.

In ogni caso dovrà presentare domanda per il riconoscimento dei contributi figurativi spettanti (sia a titolo gratuito che a titolo oneroso).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.