Riscatto laurea agevolato, cosa comporta e come muoversi

Riscatto laurea agevolato, come funziona, cosa comporta e come si deve fare domanda? Scopriamolo rispondendo ai dubbi di una lettrice.

Il riscatto laurea consente di valorizzare gli anni dedicati al conseguimento della laurea ai fini pensionistici. Questo, ovviamente, permette di arrivare alla pensione anticipata con qualche anno di anticipo (nessun anticipo, invece, spetta per la pensione di vecchiaia). Con il decreto 4/2019, inoltre, si è aggiunta la possibilità del riscatto laurea agevolato che permette di pagare un onere minore per il riscatto degli anni della durata legale del corso di laurea, a patto che gli stessi non siano già coperti da contribuzione.

Riscatto laurea agevolato, come funziona

Una lettrice scrive per chiedere:

Salve,
scrivo per chiedere chiarimenti sul riscatto di laurea non eccessivamente oneroso per chi ha meno di 45 anni.
Io sono nata nel 1980,mi sono laureata in corso nel 2004, insegno dal 2006 e sono di ruolo dal 1/09/2015.
La novità interessa anche me? cosa comporta? come posso muovermi?Grazie!

Il riscatto laurea agevolato è stato introdotto dal decreto 4/2019 e prevede un calcolo dell’onere molto più vantaggioso rispetto al riscatto tradizionale. Il riscatto agevolato colloca, in ogni caso, gli anni riscattati nel sistema contributivo (è consentito solo se gli anni di studio si collocano temporalmente dopo il 1995 o, se si collocano prima solo se il richiedente opta per l’opzione contributiva per tutto l’assegno previdenziale: in ogni caso, quindi, gli anni riscattati con l’agevolazione sono anni collocati nel contributivo).

Come funziona? Per il riscatto di un anno di contributi viene applicata l’aliquota contributiva al 33% sul reddito minimo della Gestione Artigiani e Commercianti che nel 2020 è pari a 15.953 euro: di conseguenza riscattare un anno di studi universitari costa 5264 euro indipendentemente dal reddito del richiedente.

Nel suo caso, collocandosi gli anni di studi successivamente al 1 gennaio 1996, può riscattare in maniera agevolata gli anni che le sono occorsi per giungere alla Laurea (limitatamente alla durata legale del corso di laurea e non comprendendo gli anni fuori corso, se ce ne sono).

L’onere del riscatto (che come le ho detto va calcolato moltiplicando 5264 euro per gli anni da riscattare, che non devono essere obbligatoriamente l’intero periodo ma anche solo una parte) può essere pagato in un’unica soluzione ma anche rateizzato. 

Per presentare domanda di riscatto laurea agevolato deve presentare richiesta all’INPS.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.