Riscatto laurea agevolato esteso anche prima del 1996: vediamo la novità

Estesa la possibilità del riscatto laurea agevolato anche per gli anni di studi che si collocano temporalmente prima del 1996. Vediamo i chiarimenti dell’INPS.

Con la circolare INPS del 22 gennaio l’istituto fornisce una diversa interpretazione del decreto legge 4/2019 ed estende la possibilità del riscatto agevolato anche agli anni di studio precedenti al 1996 per valorizzare gli anni universitari, che anno portato al conseguimento del titolo di studio, a livello pensionistico. L’estensione del requisito però richiede il possesso di ulteriori requisiti e la scelta del ricalcolo interamente contributivo dell’assegno pensionistico. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Il riscatto laurea agevolato, inizialmente poteva essere applicato solo agli anni di studio che ricadevano nel sistema contributivo e , quindi, successivi al 31 dicembre 1995. L’estensione prevede che il riscatto collochi lo stesso gli anni di studio nel sistema contributivo scegliendo, appunto il ricalcolo dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo secondo quanto previsto dalla legge Dini e comportando, quindi, l’opzione del ricalcolo per la quale è necessario non possedere più di 18 anni di contributi maturati prima del 1996 e di possedere almeno 5 anni di contributi dopo tale data.

Per poter, quindi, fruire del riscatto agevolato della laurea sarà necessario esercitare al momento della pensione l’opzione di calcolo contributivo previsto dalla legge Dini.

Aprendo la possibilità di riscattare in maniera agevolata (pagando poco più di 5mila euro per ogni anno riscattato) l’interpretazione della circolare Inps obbliga anche alla scelta dell’opzione contributiva per chi ha anni di studio che si collocano prima del 1996. Secondo l’INPS, infatti non è dove si colocano temporalmente  gli anni riscattati ma in che sistema di calcolo si collocano gli anni riscattati in maniera agevolata e scegliendo l’opzione contributiva si collocheranno in ogni caso nel sistema contributivo.

Restano esclusi, quindi, dal riscatto agevolato degli anni di studi soltanto coloro che hanno più di 18 anni di contributi maturati alla data del 31 dicembre 1995.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.