Riscatto laurea: approvati nuovi emendamenti. Ecco le novità

Approvati alcuni emendamenti dalla Commissione Lavoro della Camera. Vediamo quali sono

Le ultime novità al riguardo degli emendamenti approvati dalla Commissione Lavoro della Camera è la possibilità del riscatto laurea con oneri agevolati anche per gli ultra 45enni.

Il lavoro della Commissioni Lavoro e Affari sociali della Camera sull’esame degli emendamenti al decreto sul reddito di cittadinanza e quota 100 è terminato. Ora il decreto tornerà al Senato per la sua approvazione definitiva prevista per il 29 marzo.

Una degli emendamenti, di cui si attendeva la sua approvazione, è la facoltà di riscatto agevolato degli anni di laurea anche per chi ha superato il 45° anno di età.  Inoltre si sono istituiti altri paletti sul reddito di cittadinanza in modo che non potrà essere richiesto da chi è un pregiudicato e da chi ha case all’estero.

Per le pensioni di cittadinanza si è disposto che è possibile ritirarla in cotanti in banco o in posta, senza dover ritirare la carta RdC. Approvati anche alcuni benefici per le per le famiglie nel cui nucleo ci sono disabili gravi o in condizione di non autosufficienza. Uno di questi benefici è l’incremento dell’importo massimo di RdC erogabile, con la presenza di 4 componenti, è passato da 1.050 auro a 1.100 euro mensili.

Reddito di cittadinanza: nuovi paletti

Un’altra novità riguarda un emendamento che esclude l’erogazione del Reddito di Cittadinanza e della Pensione di Cittadinanza a chi è stato condannato, anche se la sentenza non è definitiva. La sospensione è valida anche per i latitanti.

Nuovi paletti riguardano gli stranieri che non potranno richiedere il reddito di cittadinanza se posseggono immobili con valore superiore a 30 mila euro non solo in Italia ma anche all’estero.

Invece continueranno le agevolazioni sulle tariffe delle bollette di luce e gas riservate alle famiglie economicamente svantaggiate.

Riscatto della laurea agevolato

La Lega ha proposto un emendamento alla Commissione Lavoro sul riscatto della laurea. Il quale è stato approvato, infatti, è possibile riscattare la laurea con oneri agevolati, con riferimento a periodi temporali che ricadono nel sistema contributivo, quindi dopo il 31 dicembre 1995, e anche per chi ha superato il 45°anno di età.

Bocciati gli emendamenti sulla nona salvaguardia pensionistica ed una estensione ulteriore dell’opzione donna e dell’ape sociale. Infatti l’opzione donna resta attivabile per le lavoratrici nate entro il 1960 (1959 le autonome) che hanno 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018; mentre l’ape sociale resta in vigore fino al 31 dicembre 2019.

Riscatto laurea agevolato per under 45 a partire dal 1996; guida completa. Le novità Inps

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.