Riscatto laurea con sistema contributivo: requisiti e convenienze

Riscatto laurea agevolato, reale convenienza per chi non riesce ad anticipare di molto la pensione. Scopriamo i dati.

Con il riscatto laurea si valorizzano ai fini previdenziali gli anni dedicati al conseguimento della Laurea e questo, in alcuni casi, permette di accedere alla pensione con un congruo anticipo. Il decreto Legge 4/2019 ha previsto un metodo più vantaggioso rispetto al riscatto tradizionale che permette di pagare circa 5200 euro per ogni anno riscattato se si rientra in determinate condizioni.

Riscatto laurea agevolato

Una lettrice, sulla convenienza del riscatto laurea ci scrive:

Buongiorno,

gradirei ricevere dei chiarimenti riguardo la possibilità di beneficiare del riscatto di laurea con il sistema contributivo.

Io sono nata il 07/12/1969 e mi sono laureata nel 1995. Il mio primo contributo è stato versato nel 1996 anno in cui ho iniziato a lavorare a tempo determinato per Alitalia, The Swatch Group ed infine per il Ministero dell’Istruzione sino al 2014 quando sono passata di ruolo nella scuola.

A tale proposito volevo chiederVi un consulto riguardo il vantaggio di un riscatto della laurea (ed eventualmente anche i due anni della scuola di specializzazione post lauream) con questo sistema e la possibilità, quindi, di poter quantomeno riuscire ad anticipare l’età pensionistica visto che mi è sembrato di capire il riscatto non inciderebbe in positivo sulla parte economica.

In attesa di un vostro gradito riscontro, porgo saluti cordiali.

Il riscatto agevolato previsto inizialmente dal DL 4/2019 permetteva solo la valorizzazione dei periodi di studio che si collocavano temporalmente dopo il 1 gennaio 1996 poichè, anche se riscattati si sarebbero collocati nel sistema contributivo.

La circolare INPS numero 6 del 2020, invece, ha chiarito che il riscatto agevolato è possibile anche per anni di studio che si collocano precedentemente a tale data a patto che, per la liquidazione della pensione di scelga l’opzione contributiva che, appunto, comporta il ricalcolo contributivo dell’intera prestazione previdenziale.

Con 51 anni di età e con circa 24 anni di contributi il riscatto laurea non le permetterebbe un congruo anticipo della pensione. Non specifica la durata legale del suo corso di studi ma ipotizzo sia di 5 anni. Riscattando oggi gli anni di studio arriverebbe a 29 anni di contributi circa e le occorrerebbero ancora circa 13 anni per raggiungere la pensione anticipata (senza contare che la stessa potrebbe subire aumenti a partire dal 2026 per adeguamenti alla speranza di vita Istat).  

Con la normativa attualmente in vigore, riscattando 5 anni di studio potrebbe accedere alla pensione anticipata al compimento dei 64 anni. Alla stessa data potrebbe pensionarsi in ogni caso, però, con la pensione anticipata contributiva visto che tutti i suoi contributi sono stati versati a partire dal 1996, che richiede un minimo di almeno 20 anni di contributi e, quindi, il riscatto laurea non le servirebbe per questa misura se non di aumentare di quel minimo l’assegno (che come lei stessa sa non giustifica l’onere del riscatto).

A mio avviso, quindi, nel suo caso il riscatto non risulta essere conveniente poichè non le permette alcun anticipo rispetto all’età a cui potrebbe accedere al pensionamento (64 anni) senza sostenere la spesa del riscatto.

E’ pur vero che la prossima riforma della pensioni potrebbe portare qualche novità e inserire una eventuale nuova misura previdenziale ma fossi in lei attenderei prima che ci fosse qualcosa di certo al riguardo prima di procedere a presentare domanda di riscatto che per 5 anni di studi le costerebbe oltre i 25mila euro (le ricordo che il riscatto agevolato è in vigore in modo sperimentale per il triennio e, quindi, fino alla fine del 2021).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.