Risparmi: 3 soluzioni per investire sul futuro dei figli. Ecco le alternative

Per investire sul futuro dei propri figli bisogna saper investire, trovare una soluzione idonea per la propria situazione. Ecco le soluzioni più indicate

Per poter avere un salvadanaio congruo ai 18 anni, i genitori o i nonni dovranno optare ad investire dai 5 mila ai 10 mila euro, e lasciarli fruttare finché i figli o i nipoti non raggiungono la maggiore età. Un’alternativa è quello di accantonare mensilmente una modica cifra, come ad esempio 50 euro. Che, investiti possono anche fruttare dal 3% al 10% medio annuo. Invece se vengono lasciati a sé stessi, i soldi che vorremmo lasciare ai ragazzi perdono potere d’acquisto. Anche il conto corrente è uno dei prodotti bancari che non aiuta a far aumentare il potere di acquisto dei soldi, anzi al contrario, considerando i tassi d’interesse attivi vicino allo zero. Bisogna anche considerare che si paga l’imposta di bollo di 34,20 euro per giacenze superiori a 5.000 euro.

Le tre alternative valide per investire per i propri figli

Sul mercato ci sono diverse alternative di investimento, quelle più rischiose e quelle meno, ma tutte con un elemento in comune, “il piano di accumulo”. Con una modica cifra al primo versamento, per poi con successivi versamenti si può arricchire il portafoglio gradualmente quando si ha la possibilità. Ci sono anche alternative di investimento più avanzate a livello tecnologico, che fanno tutto in automatico, ma sempre nella totale flessibilità. Se si investe in fondi dove c’è un maggior rischio si può guadagnare anche fino al 9-10%.

Fondo di accumulo: il piano a rate anche con le app

Se si pensi che nel lungo periodo il mercato azionario vince sempre, si può alzare tranquillamente l’asticella del rischio. In questo caso sono tante le alternative che il mercato offre. Il piano di accumulo dà la possibilità di un’esposizione progressiva ai mercati finanziari e distribuita nel tempo. Con il Pac si possono accantonare somme di denaro periodicamente e in maniera assolutamente automatica. Anche conservando una enorme flessibilità, infatti è possibile sospendere o interrompere il piano, o modificare l’importo delle rate e il numero.

Per renderci conto di cosa si tratta, facciamo un esempio prendendo in considerazione tre fondi comuni dal profilo diverso: azionario internazionale, obbligazionario internazionale, e bilanciato. Versando 1.000 euro ad agosto 2001 e incrementando il fondo con versamenti mensili di 50 euro per 18 anni, si sarebbe accumulato un capitale di 11.750 euro.

  1. Con l’investimento in un fondo azionario internazionale, si sarebbe guadagnato 9.156,56 euro, il 5,63% medio annuo, per un totale di 20.906,56 euro.
  2. In un fondo bilanciato euro avrebbe generato un guadagno di 5.086,88 euro, il 3,58% medio annuo.
  3. Investito invece, in un fondo obbligazionario internazionale avrebbe reso 3.304,06 euro, il 2,49% medio annuo.

Si può pensare che avere una rata fissa al mese sia impegnativo, e ciò è vero, ma basti anche pensare che il fondo di accumulo è flessibile e si può interrompere il versamento in qualsiasi momento. Come ad esempio il fondo di accumulo Gimme5, che dà la possibilità di versare da un minimo di 5 euro quando si ha la possibilità.

Goin, anche in Italia l’app per risparmiare in automatico

Il Buono postale minorenne che cresce con i ragazzi

Poste Italiane invece propone un buono fruttifero pensato per i minori fino alla loro maggior età. Il rendimento di questi buoni fruttiferi può arrivare al 3% lordo annualizzato se tenuto almeno per 16 anni. Per ottenere il rendimento minimo dell’1% bisogna tener investito il capitale per almeno 18 mesi, quindi più si allunga la scadenza più è alto il rendimento riconosciuto: dopo 5 anni si ricava un tasso dell’1,50%, che sale al 2% a 10 anni, fino poi ad arrivare al 3% a 16 anni. Sul sito di Poste Italiane c’è la possibilità di effettuare una simulazione è capire quanto può rendere il capitale che si vuole investire.

Il Buono per i minori è emesso da Cassa depositi e prestiti, e come tutti gli altri tipi di BFP dono garantiti dallo Stato italiano, non ha commissioni di sottoscrizione, rimborso, gestione e può essere riscosso in qualsiasi momento. Per tutti i Bfp è prevista una tassazione agevolata al 12,50%. Il buono dedicato ai minori si può sottoscrivere anche tramite il piano di risparmio «Piccoli e Buoni», stabilendo la rata, che parte da un minimo di euro, e la periodicità dell’investimento: mensile o annuale. Per poter attivare il Piano, il minore deve essere intestatario di un libretto di risparmio dedicato. Al compimento dei 18 anni, il valore del buono o dei buoni sottoscritti e gli interessi maturati saranno accreditati sul libretto di risparmio.

Il fondo pensione: una soluzione azzardata?

Un’altra alternativa di risparmio per i propri figli potrebbe essere un fondo pensione, un salvadanaio nella previdenza complementare.  Tale soluzione potrà consentire di ottenere un risparmio fiscale nella misura di 5.164.57 euro l’anno. Il fondo pensione può essere considerato come uno strumento di accumulo del risparmio, a cui si potrà far richiesta in caso di necessità fino al 75% per acquisto o ristrutturazione della prima casa e fino al 30% per altre esigenze. Per poter ottenere l’anticipo è necessaria un’anzianità contributiva di almeno 8 anni. Quindi prima si iniziano i versamenti prima è possibile ottenere l’anticipo. L’anzianità contributiva permette anche di avere vantaggi fiscali sulla rendita pensionistica: l’aliquota del 15% si riduce dello 0,3% per ogni anno di permanenza nel fondo oltre il 15 esimo. La media dei fondi aperti, è stata del 3,41%, mentre i prodotti assicurativi Pip (Piani individuali pensionistici) hanno reso in media in 10 anni il 3,36%. L’articolo 8 del decreto legislativo 252/2005, prevede l’iscrizione del figlio al fondo pensione e anche la possibilità di iscriverlo a una forma di previdenza, a cui si aderisce in forma collettiva, anche persone fiscalmente a carico. Lo Statuto del fondo, se negoziale, o dal Regolamento, se fondo aperto, deve prevedere espressamente questa possibilità.

Risparmiare soldi: ecco alcuni consigli per migliorare la tua vita

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.