Ritirata pasta fresca ripiena prodotta in Italia: possibile presenza di pezzi di metallo

Pezzo di metallo nella pasta fresca ripiena prodotta in Italia e venduta in Germania.

Ogni giorno ci imbattiamo sempre di più nelle allerte alimentari, e quindi ogni mattina quando andiamo a fare la spesa dobbiamo fare molta attenzione. Oggi parliamo della pasta fresca ripiena che è stata prodotta in Italia ed è stata venduta in Germania.

Pasta fresca ripiena ritirata dal mercato, ecco il lotto

Arriva dal sistema rapido di allerta tedesco questa nuova allerta alimentare, stiamo parlando della pasta ripiena “Girasoli alla salvia di zucca” dell’azienda Gusto di casa a marchio Rewe, ritirata subito da tutti gli scaffali dei supermercati, il motivo è un forte sospetto di presenza di pezzi di metallo nel ripieno.

La confezione in oggetto è la busta da 250 grammi della pasta ripiena con lotto di appartenenza “Girasoli alla salvia di zucca Fine Word Rewe, EAN 4388860002041, con scadenza 22 dicembre 2019, l’azienda che lo produce è Gusto di Casa con sede in provincia di Verona.

La stessa azienda sta procedendo al richiamo di tutti i prodotti oggetto del richiamo, la possibile presenza di resti di una lamina di metallo morbido presente nel ripieno, e questo va rappresentare un pericolo per i consumatori. L’azienda assicura che gli altri prodotti non oggetto del richiamo possono essere tranquillamente consumati senza nessun pericolo.

Questo articolo viene prodotto in Italia e venduto in Germania, non si esclude però che questo prodotto sia stato commercializzato anche in Italia camuffato sotto altra dicitura, sotto altro confezionamento oppure nella stessa confezione venduto in Germania, non c’è certezza.

Comunque sia in Germania che in Italia, ma in tutta Europa, si raccomanda i signori consumatori di fare molta attenzione a non consumare il prodotto in oggetto, e se si è in possesso di riportare il prodotto dove è stato acquistato, gli sarà cambiato con un altro prodotto buono o potete chiedere il rimborso dell’intero importo che lo avete pagato, non necessita di scontrino che attesti l’acquisto.

Pasta e insalata contaminate, la classifica delle marche peggiori e migliori


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube