Roccocò Napoletano: un classico della tradizione napoletana

Questa ricetta del roccocò napoletano è una classica ricetta natalizia della tradizione napoletana. In ogni famiglia napoletana non può mancate il roccocò napoletano a fine pasto durante le feste natalizie.

Non è Natale se non ci fosse a fine pasto il classico roccocò napoletano. È un dolce tipico natalizio che nelle famiglie napoletane non può mancare. Io ho trovato in un vecchio quaderno di ricette di mia mamma la ricetta del roccocò napoletano con cui lei per anni ha allietato i nostri Natali. Quando li infornava si riempiva la casa di quel classico odore di cannella e arancia, inconfondibile!! Ora che il roccocò napoletano lo faccio io, ho sempre un po’ di nostalgia dei miei natali da adolescente. Il Roccocò è un dolcetto a base di farina, zucchero, mandorle, nocciole e pisto che non è altro che un mix di spezie varie (cannella, chiodi di garofano, coriandolo, anice stellato e noce moscata) molto utilizzato nei dolci della tradizione Campana. Solitamente sono un po’ duri ma non eccessivamente.

Roccocò Napoletano

Ingredienti per circa 36 roccocò

·         1 kg di farina

·         800 gr di zucchero

·         300 gr di mandorle (100 gr macinate)

·         200 gr di nocciole (50 gr macinate)

·         200 gr di acqua

·         125 gr di cedro (io preferisco la scorzetta di mandarini tagliata a listelli)

·         Pisto – Se non riuscite a trovare il pisto potete prepararlo voi in casa, in questo caso facendo un mix di spezie predominanti in proporzioni uguali (cannella, chiodi di garofano, coriandolo, anice stellato e noce moscata) che più vi piacciono.

·         4 g di ammoniaca per dolci in polvere (se non la trovate al supermercato potete tranquillamente trovarla in farmacia)

·         1 buccia di arancia grattugiata

Per spennellare la superficie

·         2 uova

Procedimento impasto del roccocò napoletano

  • Versare in una ciotola capiente la farina, lo zucchero, il pisto, l’ammoniaca, le mandorle e le nocciole intere e macinate, le scorzette di mandarino o il cedro, la buccia grattugiata dell’arancia. Iniziare a impastare versando gradatamente l’acqua fino ad ottenere un panetto liscio.
  • Preriscaldate il forno a 180°
  • Formate tante piccole ciambelline e disponetele su una teglia rivestita da carta da forno e spennellatele con il tuorlo d’uovo e infornate per 20 minuti.

I roccocò si conservano a lungo, appena sfornati lasciateli raffreddare e disponeteli su un vassoio e sigillateli con la pellicola trasparente.

roccocò napoletano

 

 

Buona degustazione.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.