Rottamazione cartelle esattoriali: il 7 dicembre ultimo giorno per pagare le rate scadute

Rottamazione cartelle esattoriali, venerdì 7 dicembre è l’ultimo giorno per pagare le rate scadute. Vincolo per poter aderire alla Rottamazione ter.

Rottamazione cartelle esattoriali, venerdì 7 dicembre 2018 circa il 41% di cittadini e imprese, che a inizio anno hanno aderito alla rottamazione-bis delle cartelle esattoriali (D.L. n. 148/2017), potranno aderire alla terza edizione della definizione agevolata delle somme iscritte a ruolo. E lo potrà fare saldando il debito residuo fino a un massimo di 5 anni e con un interesse ridotto allo 0,20%.

Venerdì 7 dicembre per pagare le rate scadute

Condizione irrinunciabile posta dal decreto legge fiscale all’esame definitivo della Camera è che entro il 7.12.2018 siano versati tutti gli importi indicati nelle rate scadute a luglio, settembre e ottobre 2018. Un termine che non ammette deroghe: il lieve ritardo fino a 5 giorni, introdotto al Senato nel decreto sulla pace fiscale e la rottamazione-ter, per il prossimo 7 dicembre non sarà ancora in vigore.

Con il pagamento entro il 7.12.2018 delle rate di luglio, settembre e ottobre 2018 della rottamazione bis, le rate residue di novembre 2018 e febbraio 2019 confluiscono d’ufficio nella rottamazione-ter. La conferma giunge dal comunicato stampa di Agenzia delle Entrate-Riscossione che, correttamente, non fa alcuna distinzione tra affidamenti ante e post 1.01.2017. La scadenza del 30.11.2018 è stata superata dalla modifica introdotta dal D.L. n. 119/2018.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.