Coronavirus: la Russia annuncia di aver registrato il primo vaccino contro il virus

Il Presidente Vladimir Putin ha annunciato che la Russia ha sviluppato e registrato il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus

Il Presidente Vladimir Putin ha annunciato che la Russia ha registrato il vaccino contro il Coronavirus. Si tratta del primo farmaco al mondo in grado di bloccare l’infezione. Il Presidente ha confermato che il vaccino ha superato tutti i controlli di sicurezza e che verrà distribuito in primis agli operatori sanitari. 

La Russia annuncia il primo vaccino contro il Coronavirus 

Il quotidiano Russia Today ha riportato le parole del Presidente Putin secondo cui il Ministero della Salute russo avrebbe registrato il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Non a caso il nome scelto è stato Sputnik V, in relazione al lancio del primo satellite artificiale terreste mandato in orbita nel 1957. 

Il farmaco è stato sviluppato nei laboratori del Russian Microbiology Research Center Gamaleya di Mosca e ha recentemente ottenuto il via libera da parte del Ministero della Sanità. Il vaccino registrato oggi in Russia sarà disponibile dal primo gennaio 2021, ma la produzione inizierà già da settembre di quest’anno. A tal proposito, il Ministro russo della Sanità, Mikhail Murashko, ha spiegato che il farmaco sarà prodotto in due sedi diverse: sia nell’Istituto di ricerca pubblico Gamaleya sia in quello di Binnopharm. 

La vaccinazione

Secondo i ricercatori che hanno lavorato al progetto, il vaccino sviluppato in Russia dovrebbe fornire un’immunizzazione dal Coronavirus per almeno due anni. Come sottolineato dal ministro Murashko, i primi a riceverlo saranno coloro che lottano in prima linea contro il Coronavirus, ossia gli operatori sanitari. In seconda battuta verrà distribuito agli insegnanti e alle persone più a rischio, poi gradualmente al resto della popolazione. Secondo i dati forniti dai quotidiani locali, sarebbero oltre venti i Paesi del mondo che hanno già pre-ordinato dosi del vaccino. 

È, invece, lo stesso presidente Putin a chiarire che la vaccinazione sarà volontaria. Non poche perplessità, tuttavia, sono arrivate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla sicurezza del farmaco. L’Oms ha, infatti, affermato che il vaccino russo verrà sottoposto a rigorosi controlli. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp