Ryanair, nuove regole: imbarco valigie gratis se voli prima del 1° novembre

La Ryanair offre l’imbarco gratuito delle valigie per 2 milioni di viaggiatori. Basta aver acquistato il biglietto prima del 31 agosto 2018.

Nuove regole per viaggiare

Qualche giorno fa la compagnia aerea irlandese aveva annunciato le sue nuove regole e le voci di innumerevoli viaggiatori si erano subito fatte sentire. Avevamo parlato in un recente articolo delle nuove norme che Ryanair aveva stabilito per quanto riguarda l’imbarco dei bagagli, in particolare con riferimento al secondo bagaglio a mano. La compagnia ci tiene alla puntualità dei suoi voli e sta tentando di trovare l’equilibrio giusto che possa conferirle più efficienza. Sono, infatti, propri i tempi dell’imbarco delle valigie che, spesso e volentieri, sono causa di ritardi e malcontenti nei viaggiatori.

Ryanair, nuove regole: imbarco valigie gratis se voli prima del 1° novembre

Nuove regole in vigore dal 1* novembre 2018

A partire dal primo novembre, secondo la nuova normativa, non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva. Per chi, invece, acquista un biglietto con imbarco prioritario continua a vigere la regolamentazione di sempre. Continuerà ad esserci anche il limite di 10 chili sul secondo bagaglio a mano e le misure non dovranno superare i 40x20x25 cm. Nel caso in cui si superi peso e misure o una delle due cose bisogna pagare 25 euro per il bagaglio.

Eppure la Ryanair, vuoi che si sia intenerita vuoi che si sia preoccupata per le lamentele dei clienti, ha deciso di adottare una “norma” momentanea. La novità interessa chi ha prenotato il proprio volo prima del 31 agosto per viaggiare dal 1° novembre e non ha acquistato l’imbarco prioritario. Si parla di 2 milioni di persone a cui Ryanair permetterà di imbarcare le proprie valigie gratuitamente.

Imbarco gratuito e rimborsi: come funziona?

E’ semplicissimo. La compagnia low-cost vi darà la possibilità di portare con voi ed imbarcare gratuitamente un bagaglio da 10 kg. Ciò vale per chi ha, appunto, comprato il biglietto aereo prima del 31 agosto e viaggerà dal 1° novembre. Per chi, invece, ha pagato l’imbarco prioritario la questione è diversa. Circa 50mila persone, infatti, si sono prontamente informate e hanno pagato per l’imbarco del proprio bagaglio a mano, oltre quello da stiva in alcuni casi, secondo quanto previsto dalle future regole. A tutti questi sarà rimborsato il costo di € 8 dell’imbarco prioritario, che, invece, sarà concesso loro gratuitamente. Tutti coloro che ne potranno usufruire riceveranno o hanno già ricevuto un’e-mail di avviso da parte di Ryanair.

Kenny Jacobs, direttore marketing di Ryanair, ha dichiarato:

“Tutti i passeggeri che hanno prenotato un volo prima del 31 agosto non dovranno sostenere costi aggiuntivi o svantaggi, poiché oggi hanno ricevuto un bagaglio registrato da 10 kg gratuito da Ryanair, in aggiunta alla prenotazione. Non vediamo l’ora di accogliere a bordo i circa 50.000 passeggeri che viaggeranno dopo il 1° novembre e che hanno effettuato la prenotazione entro il 31 agosto ma che hanno acquistato l’Imbarco Prioritario nelle ultime due settimane e che ora riceveranno questo servizio gratuitamente.”

Inoltre, aggiunge:

“Come sempre, Ryanair continua a ridurre i costi di viaggio, mentre la nostra nuova policy bagagli dal 1° novembre ci permetterà di eliminare tutte  le procedure di imbarco del secondo bagaglio a mano presso il gate d’imbarco e i relativi ritardi nelle partenze.”

Codacons contro Ryanair

Intanto, il Codacons, associazione a favore dei diritti dei consumatori, si scaglia contro Ryanair in merito alla questione bagaglio a mano a pagamento.

L’associazione ha, infatti, presentato in questi giorni un nuovo esposto ad Antitrust ed Enac. E’ inaccettabile, secondo il Codacons e molti viaggiatori, che Ryanair abbia attuato un cambio di regole all’improvviso senza avvisare minimamente chi ha scelto di viaggiare affidandosi alla compagnia. Le nuove regole, infatti, modificano sia la natura contrattuale che economica.

“I viaggiatori, se avessero conosciuto prima le nuove politiche e le tariffe sui bagagli, avrebbero potuto optare per altri vettori reperendo a tempo debito biglietti che oggi costano sicuramente di più”, si tiene a sottolineare. Il nuovo esposto mira, difatti, a prendere un provvedimento d’urgenza a favore dei diritti dei viaggiatori.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.