Saldi e ribassi, partiti in anticipo: ecco tutto quello che dovete sapere

Saldi e ribassi: molti negozi e catene di negozi, hanno già iniziato a lanciare svendite e promozioni speciali prima dei saldi veri e propri.

La data ufficiale dei saldi estivi è il 6 luglio in tutta Italia tranne in Sicilia e Liguria il 1° luglio e la Basilicata il 2 luglio. Gli sconti di fine stagione in molti negozi in Italia, sono già partiti. Molti negozi e catene di negozi, hanno già iniziato a lanciare svendite e promozioni speciali prima dei saldi veri e propri, il motivo è quello di poter recuperare i mancati guadagni della primavera con temperature quasi invernali, che ha portato alla maggior parte dei consumatori a rinunciare all’acquisto di vestiario e scarpe primaverili.

L’andamento delle  previsioni di quest’anno, hanno scoraggiato l’acquisto da parte dei consumatori, questo ha portato una contrazione nelle vendite e ad una riduzione del giro d’affari, che ha portato i negozianti a perdere il 30% in media del periodo.

I saldi attuali, riguarderanno i prodotti a carattere stagionale e legati alla moda, quelli che possono subire un consistente ribasso del prezzo, logicamente venduti in un certo periodo di tempo. Per i prodotti non legati alla stagionalità, non ci saranno saldi.

La prima regola che deve tenere un negoziante e che lo rende serio nel suo lavoro, è quello di tenere i prodotti in saldo separati da quelli non in saldo, per non confondere gli acquirenti.

Gli sconti previsti durante i saldi, possono variare dal 5% al 70% rispetto al prezzo iniziale. I commercianti hanno l’obbligo di indicare sul cartellino il prezzo iniziale del prodotto e la percentuale di sconto applicata, mentre è facoltativa l’indicazione del prezzo finale ottenuto con lo sconto, molti lo riportano sul cartellino.

Saldi estivi 2019 al via il 6 luglio: prezzo e sconto, ecco tutto quello che dovete sapere

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest