Saldi invernali 2020: risultati bassini in Emilia Romagna

Risultati altalenanti in Emilia Romagna per i saldi invernali 2020

I saldi invernali 2020, ormai sono entrati nel cuore del commercio. Partiti in gran parte del paese dal 4 gennaio e in alcune regioni pochi giorni dopo, sembrerebbe che non stiano andando benissimo nei negozi fisici. L’Emilia Romagna è tra le regioni coi risultati più discutibili.

Saldi invernali a mezzo servizio nei risultati

Nulla di esaltante, a differenza delle previsioni, secondo i dati della Confcommercio per i saldi invernali 2020. I risultati sono praticamente a mezzo servizio dopo le prime settimane di saldi invernali, stando ai dati raccolti attraverso l’indagine congiunturale condotta da Confcommercio Emilia Romagna grazie all’ausilio del Centro Studi Iscom Group, il quale ha coinvolto anche un campione rappresentativo dei negozi fisici, evidenziano segnali di forte rallentamento negli acquisti. Il monitoraggio complessivo è stato verificato su un ampio panel di imprese commerciali dell’ Emilia Romagna, composto da punti vendita di beni in vendita per la persona, prendendo in particolare il settore di abbigliamento e calzature. L’andamento complessivo della spesa si è rivelato in aumento per il 13% e stabile per il 56%.

Insomma, dati piuttosto altalenanti per la regione del centro Italia, ma non necessariamente dalle altre parti del paese le cose sono tanto meglio. E’ palese, di fatto che l’ accrescimento degli acquisti online e la forza divoratrice del colosso Amazon stia piuttosto influendo anche in un periodo di saldi invernali. Tuttavia, i saldi invernali 2020 continueranno a ravvivarsi nel corso delle prossime settimane, chissà che non escano crescenti occasioni di affari.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp