Saldo e stralcio domanda non accolta e passaggio automatico alla Rottamazione cartelle

Saldo e stralcio se la domanda non è accolta, per alcuni debiti è possibile il passaggio automatico alla Rottamazione cartellle.

Il saldo e stralcio prevedeva la possibilità di una riduzione dell’importo dovuto con azzeramento di sanzioni e interessi. In questa misura rientrano i  carichi derivanti dagli omessi versamenti dovuti in autoliquidazione, in base alle dichiarazioni annuali, e quelli derivanti dai contributi previdenziali dovuti dagli iscritti alle casse professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi Inps.

Non tutti i carichi per omesso versamento dei contributi rientrano, infatti gli  iscritti alle casse previdenziali professionali, prevede che l’applicabilità della misura è subordinata all’approvazione di un’apposita delibera. Molti i casi in cui l’istanza non è stata accettata perché l’ente non aveva rilasciato l’approvazione all’applicabilità del saldo e stralcio.

Saldo e Stralcio: bisogna avere determinare condizioni

Il “Saldo e stralcio” riguardava esclusivamente le persone fisiche che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica:

  • valore ISEE del nucleo familiare non supera 20 mila euro;
  • nel caso in cui alla data di presentazione della domanda saldo e stralcio,  risulta già presentata la procedura di liquidazione (art. 14-ter della legge del 27/1/2012, n. 3).

Attualmente non è possibile aderire la legge 145/2018 ha previsto come scadenza per adesione il termine ultimo del 30 aprile 2019.

Perchè è stata rifiutata la domanda con un ISEE nei limiti?

Un lettore ci pone il seguente quesito: Salve, sono una vostra accanita lettrice …dapprima vi faccio I complimenti e poi vorrei porvi una domanda visto che siete più aggiornati di me …Ho fatto richiesta di saldo e straccio avendo un isee di 16000 euro ma non mi è stata accettata e mi hanno mandato i bollettini per la rottamazione, la domanda è: come mai Pur avendo un isee inferiore a 20000 Eur il saldo e straccio non mi è stato accettato …devono esserci altri requisiti per usufruirne…? Grazie mille

Saldo e stralcio motivazioni per mancato accoglimento 

Le motivazioni sono tante, in prima il valore ISEE del nucleo familiare (quindi tutte le persone che fanno parte dello stesso nucleo); il secondo può derivare dalla tipologia dei debiti, come sopra riportato nel caso dei contributi non pagati, la cassa di appartenenza deve rilasciare l’autorizzazione di adesione alla misura.

La normativa prevede che nella Comunicazione di diniego che le è pervenuta sia indicata la motivazione per il rifiuto della domanda di saldo  e stralcio. Quindi, le consiglio di verificare sulla comunicazione dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Passaggio automatico in Rottamazione cartelle esattoriali

Il passaggio dei debiti dal saldo e stralcio è una possibilità che la normativa prevede, quando nella stessa domanda siano compresi debiti definibili nella Rottamazione cartelle esattoriali (art. 3 del D.L. n, 119/2018), inclusione è automatica. Al contribuente vengono fornite i bollettini da pagare con l’indicazione delle scadenze.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”