Saldo e stralcio e cancellazione come cattivo pagatore, ecco come fare

Accordo di saldo e stralcio con le banche per eliminare i debiti ed evitare la segnalazione come cattivo pagatore, ecco come e di cosa si tratta.

Il saldo e stralcio ha permesso a molti contribuenti di far pace con il Fisco, saldando il debito stralciando una parte e senza interessi e sanzioni. Per molti l’amara sorpresa al momento della domanda di pensione, in quanto credevano che il saldo e stralcio avrebbe riconosciuto i contributi previdenziali per intero

C’è anche un altro particolare da considerare. Coloro che non hanno pagato le cartelle esattoriali, sono stati iscritti come cattivi pagatori nel CRIF, e solo dopo aver saldato l’intero debito avviene la cancellazione.

Ci sono casi in qui è possibile richiedere un accordo di saldo e stralcio per evitare la segnalazione alla banca centrale rischi, cerchiamo di capire di cosa si tratta. e. 

Saldo e stralcio e cancellazione come cattivo pagatore

Dopo l’adesione al saldo e stralcio, chi non procede a saldare tutte le rate nelle scadenze prefissate si rischia di perdere il beneficio e quindi, dovrà essere restituito il debito per intero con sanzioni e interessi e senza possibilità di rateizzazione.

Le scadenze delle rate per saldo e stralcio sono state modificate per pandemia da Covid-19, trovi qui le attuali scadenze: 

Rate rottamazione ter e rateizzazione Inps nel 2020: le nuove scadenze

Cosa comporta l’iscrizione nella banca dati della Centrale rischi?

Ecco alcune delle situazioni che scaturiscono dall’iscrizione:

Non è possibile accedere alle forme di finanziamento, tipo: mutuo, prestito, fido bancario,ecc.

non è possibile richiedere carte di credito; 

non è possibile emettere assegni. 

In merito è intervenuta anche la Corte di Cassazione che ha stabilito che la segnalazione può avvenire solo se il contribuente si trova in uno stato d’insolvenza grave. 

Di solito, la segnalazione alla banca centrale Rischi da parte dell’istituto di credito, deve avvenire dopo aver avvisato il debitore con raccomandata con avviso di ricevimento. Solo dopo un determinato termine entro il quale il debitore non procederà ad estinguere il debito, partirà la segnalazione del debitore alla Centrale rischi. 

Con un accordo di saldo e stralcio, il debitore può bloccare la segnalazione consegnando alla banca un accordo con saldo e stralcio. 

Accordo di saldo e stralcio 

È possibile effettuare un accordo di saldo con la banca che prevede lo stralcio di una parte del debito che può comportare una riduzione dal 40% al 70% . Lo stralcio consiste nel pagamento immediato del saldo dopo la consegna della dichiarazione liberatoria. 

Non sempre l’istituto accetta molto dipende dalla situazione economica dal debitore, se questi non ha niente, allora ci sono più possibilità che la banca decida di recuperare così una parte del debito. 

Il debitore deve comunque dimostrare di poter far fronte al pagamento del debito. 

In questi casi accordo raggiunto e pagamento effettuato, dopo 36 mesi dal pagamento si ottiene la cancellazione del SIC e dalla banca centrale rischi. 

In questi casi il supporto di un legale diventa indispensabile per non commettere errori e destreggiarsi in una materia alquanto complessa. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”