10 cibi che non mangerete più dopo aver scoperto di cosa sono fatti

Ecco la lista dei 10 cibi più nocivi, anche se apparentemente innocui, prodotti dalla crudeltà che l’uomo infligge sugli animali. Li mangereste ancora?

Per prendersi cura del proprio corpo non si deve fare chissà che grande cosa. Certo, lo sport è importante, ma da dove parte tutto è l’alimentazione quotidiana che facciamo ogni giorno. La cosa più importante è fare un’alimentazione sana, cosa che è più facile a dirsi che a farsi. Ovviamente è difficile conoscere tutti i cibi che ci fanno male, cosa del tutto impossibile dato che nell’era in cui viviamo tutto quello che mangiamo esce dall’industria alimentare che mischia un sacco di alimenti nocivi per la nostra salute senza che noi ce ne rendiamo conto. Noi però ci abbiamo provato: ecco una lista dei 10 cibi, i quali, non solo sono nocivi per la nostra salute, ma sono fatti di sostanze piuttosto raccapriccianti. Vi sfidiamo a ricomprali di nuovo dopo aver letto l’articolo.

La lista dei 10 cibi più nocivi, fatti con sostanze assurde

1.Orsetti di gelatina

Che facciano male, questo già si sa, come sappiamo che sono composti da zuccheri, aromi artificiali. La cosa che fa arricciare il naso è il fatto che gli orsetti gommosi, così “teneri” alla vista, sono fatti anche di collagene bollito nel tessuto animale. Si tratta di una miscela da cui si ricavano gli orsetti. La cosa più particolare è che quelli di color rosso hanno tale colore perché esso lo si ottiene dalle cocciniglie o altri insetti simili, da cui si ricava l’acido carminico.

2. Wurstel

Anche in questo caso si sa che essi sono il prodotto degli scarti degli animali macellati, ma non sappiamo di quali parti. Bene, curiosi? Eccoli: muso, fegato ed orecchie del maiale; milza dell’agnello, esofago della capra, fegato e labbra della mucca. A tutto questo “ben di Dio” ci aggiungiamo alimenti come sale, sciroppo di mais, acqua con fluoro, coloranti e polifosfati.

3. La gelatina

Essa la si ottiene dal collagene, cioè l’insieme degli scarti di pelle, testa ed ossa degli animali, scarti che prima vengono sgrassati e schiacciati, per poi essere lasciati in una soluzione di calce, tra 5 e 10 settimane. A fine processo, la poltiglia viene sterilizzata a 145°C e raffreddata rapidamente per solidificarla.

4. Surimi

Ultimamente sono in tendenza soprattutto per chi vuole mantenersi col peso. Essi sono fatti con i tipi di pesce più abbondanti, e con i resti del processo di filettatura. Vengono prima raffreddati e riscaldati più volte per ottenere, alla fine del processo, una pasta bianca compatta, a cui viene aggiunto l’amido, conservanti, sale, dolcificanti e coloranti.

5. Sanguinaccio

Uno dei cibi nocivi è il sanguinaccio, molto presente soprattutto al Sud. Esso è composto dal sangue di maiale coagulato, e lo si ottiene dopo un lungo processo. Come prima cosa, si lavano le budella di maiale con sapone bianco e limone, per poi metterlo a cuocere con sangue, aglio, peperoncino, cipolla, zucchero, sale e origano. Con questo prodotto finale si riempiono i budelli, cotti nuovamente.

6. Zuppe istantanee

Sebbene esse professano salute e qualità, in realtà sono composte principalmente di additivi chimici, coloranti, sale, e MSG, additivo considerato nocivo. A quest’ultimo dovete fare molta attenzione: esso è una delle principali cause di gravi disturbi fisici, quali asma, obesità, diabete e cancro.

7. Paté

Un altro dei cibi più nocivi ma allo stesso tempo innocui è il paté, certo, buono, ma composto da una miscela di visceri di animali a cui vengono aggiunti farina, spezie, latte e conservanti. Inoltre, avete mai sentito parlare del foie gras? Beh, se il paté si ricava da qui, pensate anche alla crudeltà a cui sono sottoposte le anatre, costrette ad ingrassare fino a scoppiare.

8. Fette di formaggio preconfezionate

Il formaggio è salutare, ma non quello preconfezionato: attenzione, quindi, non sono la stessa cosa! Esse contengono molto sale, additivi, formaggio, colorante alimentare e latte fermentato, il quale, non sempre è ben elaborato, di conseguenza, è pericoloso per il nostro organismo.

9. Crocchette di pollo

Altro cibo che deriva dalla violenza sugli animali: si ottengono dalla frantumazione di polli interi. Quello che si ricava viene lavato con ammoniaca, aromatizzata e colorata artificialmente.

10. Gelato

Infine, chiude la classifica un alimento che piace a grandi e piccini: il gelato. Per fortuna, però, esistono solo alcuni gelati che contengono una sostanza chiamata castoreum , la quale sarebbe una secrezione delle ghiandole anali del castoro, usata come stabilizzatore nella preparazione del dolce.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.