10 trucchi per ingannare il cervello e mangiare di meno

Esistono dei trucchi in grado di ingannare il cervello e che ci permettono di mangiare di meno, così da evitare di ricorrere alle varie diete.

Non riuscite a perdere peso, non riuscite a dire di no a qualunque cosa venga presentata in tavola. E’ vero, la dieta è prima una questione psicologica e poi alimentare. Altra cosa che è emersa è che spesso noi mangiamo, o meglio abbiamo più fame di quanto in realtà non abbiamo soltanto per una questione di cervello. Quindi, non è errato ammetter che la dieta è anche una questione mentale. 10 trucchi ci rilevano come sia possibile ingannare il nostro cervello e quindi si potrebbe anche arrivare a mangiare di meno rispetto al solito.

Mangiare è anche una questione di cervello, 10 trucchi rivelano il perché

I due piatti

Prendiamo il caso di due piatti: uno è molto piccolo ed un altro è molto grande. Mettiamo all’interno di ognuno la stessa quantità di pasta. Il risultato è che nel piatto più grande sembra esserci meno pasta, mentre nel piatto più piccolo sembra essercene di più. Quindi, un primo trucco per evitare di mangiare tanto sarebbe quello di usare piatti più piccoli, così il nostro cervello recepisce che la quantità di pasta presente in quel piatto è tantissima, anche se in realtà non è.

Sinistra e destra

Un altro trucco per ingannare il nostro cervello e quindi mangiare di meno sarebbe quello di mangiare spuntini non con la mano con cui sappiamo fare tutto, ma piuttosto bisognerebbe usare la mano che poco utilizziamo, praticamente quella con cui non sappiamo fare nulla. Facendo in questo modo si arriverà a mangiare il 20% in meno.

I bicchieri

Può sembrare che i bicchieri bassi e ampi contengano la stessa quantità di bevanda di un bicchiere alto e più sottile. Nella realtà dei fatti, questo non è vero: è il bicchiere più basso e ampio ad avere più quantità di liquido. Quindi, sempre per ingannare il nostro cervello, bisogna usare bicchieri alti e sottili, così da consumare di meno.

Lo specchio

Secondo un esperimento fatto dallo psicologo Brad Bushman, bisognerebbe prendere tutti i cibi sani e quelli malsani su una tavola e invitare gli altri a fare uno spuntino. Aggiungere davanti a queste due porzioni di cibo anche uno specchio. Così facendo, quando esse prenderanno la merenda malsana, se ne renderanno conto, la poseranno e mangeranno, invece, la merenda più sana. Quindi, consigliamo di posizionare uno specchio sia sul frigo che in luoghi dove solitamente si mangia.

Le gomme da masticare

Per mangiare di meno, alcuni esperti consigliano di masticare delle gomme, in particolare quelle al gusto di frutta.

Mangiare più velocemente

Un altro trucco per ingannare il cervello è quello di mangiare più lentamente il cibo, e fare anche delle piccole pause, come ad esempio poggiare il cucchiaio o la forchetta nel piatto tra un morso ed un altro.

Il colore rosso

Una ricerca ha dimostrato come le persone mangiano di meno gli snack che sono portati su di un piatto di colore rosso. Questo avviene perché nel loro cervello il colore rosso è associato alla fermata. Quindi: comprate piatti rossi!

La tv

Un’altra ricerca ha spiegato come si tende a mangiare di più dinanzi alla televisione. Quindi, un ottimo consiglio sarebbe quello di spegnerla quando si consumano i pasti.

Fare foto

Fare una foto al cibo malsano che si sta mangiando aiuterà a ridurne l’uso.

Quanto cibo!

Vedere su una tavola tante varietà di cibo ci induce a provarle tutte. Pertanto, un buon consiglio, sarebbe quello di proporre sulla tavola la stessa quantità di cibo, ma ridurne la varietà.

 

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.