6 verdure che non si dovrebbero mai mangiare crude: lo dice la scienza

-
26/02/2020

Fate attenzione a quale verdure mangiate crude, vi possono fare male.

6 verdure che non si dovrebbero mai mangiare crude: lo dice la scienza

Fare una dieta cruda significa mangiare cibi biologici e alimenti non cotti. Mangiare cibi crudi oggi è molto popolare e di moda; mangiarla comunque fa bene anche alla salute. La verità è che non tutte le verdure fanno veramente bene e possono essere mangiate crude, anzi alcune verdure mangiate crude possono essere anche pericolose, ma acquisire valori dei nutrienti se vengono cotte; ecco quali sono le sei verdure che dovete assolutamente evitare di mangiare crude.

Ecco le 6 verdure che si consiglia di evitare di mangiare crude

1) I pomodori: considerando che il nostro corpo digerisce meglio il licopene dei prodotti maturi, lo studio ha posto i pomodori riscaldati 2 minuti, 15 minuti e 30 minuti.I nutrienti sono stati maggiori nel prodotto più riscaldato facendo aumentare la quantità di licopene proteggendo così le persone da malattie cardiovascolari e dal cancro.

2) I fagioli rossi: mai mangiare i fagioli rossi crudi, contengono lectina che è classificata come tossica, bruttissimi di sapore, provocano vomito, crampi e debolezza. Per togliere la tossicità bisogna immergerli per qualche ore nell’acqua.

3) Le patate: mangiate crude non sono tossiche, ma dato il suo contenuto di solanina comunque possono fare male. Ancora peggio se poi la mangiate cruda quando sta diventando verde, possono provocare diarrea, vomito, mal di testa e nei peggiori dei casi, problemi al sistema nervoso.


Leggi anche: Pensioni anticipate dai 62 anni: le novità sulla ipotesi contributiva e lo stop dei sindacati

4) Il rabarbaro: molto velenoso se mangiato crudo, contengono molto acido ossalico tossico che può causare gravi danni alla salute.

5) Melanzane: anche nella melanzana come nella patata c’è la solanina che è una sostanza tossica, può irritare il tratto digestivo causando mal di stomaco, vomito e diarrea, debolezza e mal di testa. Cuocendo le melanzane si vanno a contrastare gli effetti della solanina.

6) I broccoli: possono essere mangiati crudi e non crudi, però ad alcuni soggetti mangiarli crudi possono dare seri problemi. I broccoli contengono il raffinosio, viene scomposto nel colon da batteri provocando gonfiori e facilitando il circolo dei gas nel corpo.