A Napoli è allarme influenza: scorte vaccini finite

La Fimmg di Napoli, in quanto dichiarato in relazione alle scorte dei vaccini sarebbero già terminate, e in alcuni casi starebbero già terminando. Questo fenomeno è stato messo in evidenza che riguarda tutta l’Italia, ma Regione maggiormente colpita è la Campania. Questa la causa del fatto che sempre più cittadini, non riescono ad entrare in possesso del vaccino gratuito causa questo tipo di carenza. ‘’Un paradosso inaccettabile’’, queste le parole dei due dirigenti del Sindacato Partenopei Corrado Calamaro e Luigi Sparano.

Urgenza vaccini in Campania

Per quanto riguarda la Regione Campania, le stime delle scorte necessarie non è riuscita a dare una copertura per il fabbisogno della popolazione. ‘’ L’incongruenza è anche nel dover procedere con gare biennali di SoReSa’’, che per ragioni di risparmio hanno portato un ordine all’largo anticipo delle dosi previste. È evidente che quest’anno il sistema non abbia funzionato a dovere, causandone il rischio che il Diritto dei cittadini, venga calpestato senza nessun ritegno. Siamo molto sconcertati di dover parlare di dare credibilità ad un sistema che prima invita tutti alla vaccinazione per poi far si che si faccia trovare impreparato.

Leggi anche: Il vaccino antinfluenzale è l’unica arma contro l’influenza, ecco perchè

Noi medici di famiglia diamo il sostegno

Con il sostegno dell’ordine di Asl e di Napoli, noi medici di famiglia abbiamo cercato di incentivare in tutti i modi la popolazione a vaccinarsi, ma adesso ci troviamo in condizioni davvero critiche, dovendo rimandare i nostri pazienti a casa facendo loro promesse di poter ritornare nei giorni successivi sperando che la situazione migliori.

Leggi anche: Allarme influenza: picco massimo a Capodanno

È inconcepibile che prima si faccia di tutto per pubblicizzare e invitare la popolazione al vaccino antinfluenzale, per poi doversi ritrovare in situazioni cosi sgradevoli per mancanza di organizzazione e informazione dovuta ai cittadini. La speranza come sottolineano i medici di famiglia è che nei prossimi giorni si possono ricevere le scorte necessarie per il fabbisogno reale del vaccino.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.