Acqua calda e limone nel bicchiere di plastica: ecco perchè è dannosa

Perchè bere acqua e limone nel bicchiere di plastica può risultare molto dannoso per l’organismo.

Alle volte quando si hanno problemi di stomaco o digestivi la consuetudine è quella di consumare il cosiddetto “canarino”, acqua calda con limone, il tradizionale rimedio della nonna. Ma se la consumiamo in un bicchiere di plastica il rimedio può risultare dannoso per il nostro organismo poichè la plastica, resa più “morbida”  dall’acqua calda, entrando in contatto con il limone linera sostanza tossiche dannose per il nostro corpo.

Acqua e limone nella plastica

La plastica a contatto con il limone rilascia ftalati e bisfenolo A, sostanze molto pericolose per il corpo umano.

Il Bisfenolo è una sostanza chimica utilizzata nella produzione dei contenitori di plastica alimentari con lo scopo di renderli più resistenti, è presente, per esempio, nelle bottiglie trasparenti delle bibite, nei piatti e bicchieri usa e getta, ma anche nei biberon che si utilizzano per i lattanti. Il National Toxicology Panel ha più volte raccomandato di non inserire queste stoviglie nel forno a microonde o di lavarle in lavastoviglie per poi riutilizzarle, proprio per il pericolo che sia rilasciato il bisfenolo A.

L’assunzione del Bisfenolo potrebbe alterare l’equilibrio endocrino e potrebbe intervenire in maniera negativa sul sistema riproduttivo, immunitario e nervoso.

Per approfondire leggi anche: Bere acqua e limone al mattino: attenzione al falso mito, esaminiamo i pro e i contro

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.