Allarme ‘’Implant Files’’, decessi e feriti a causa di protesi e impianti

Implant Files: ecco cosa sta succedendo in tutto il mondo

Questa volta scatta l’allarme dagli Stati Uniti, ci sono tanti decessi e feriti per colpa di protesi e impianti, un po’ in tutto il mondo. Grazie ad un’indagine, esce fuori una cifra spaventosa di morti e feriti, per quanto riguarda gli ‘’Implant Files’’

Implant Files, grave pericolo

Il Consorzio internazionale di giornalisti investigativi ICIJ, hanno iniziato un’indagine, dopo che sono arrivate numerose segnalazioni, per quanto riguarda i dispositivi tecnologici che hanno fatto milioni di vittime.

Leggi anche: Protesi mammarie: rischio tumore, fate attenzione!

Vengono confermati i gravi pericoli per la salute umana per colpa dei dispositivi tecnologici che in teoria dovrebbero aiutare a migliorare i problemi di salute non a uccidere milioni di persone in tutto il mondo.

Scoperta agghiacciante per quanto riguarda gli apparecchi medici, in poche parole i macchinari che non posso essere venduti in un Paese, vengono subito ‘’spacciati ‘’ come dispositivi certificati e industrializzati in un altro Paese.

Questo si rivela essere molto pericoloso, infatti sono stati registrati milioni di decessi, causati da impianti medicali difettosi o di bassa qualità in tutto il mondo.

Negli Stati Uniti, che tra l’altro è l’unico Paese che si è occupato di registrare queste complicazioni a causa della scarsa qualità dei macchinari, più di 1,7 milioni di pazienti hanno riportato serie ferite causate dalle protesi che in teoria dovevano essere un aiuto non un problema.

Anche in Inghilterra nel periodo 2015 – 2018 sono state registrate ben 62 mila segnalazione per quanto riguarda i macchinari che hanno provocato morti e feriti. In Germania ad esempio, solo l’anno scorso sono stati registrati 1.004 pazienti feriti e deceduti a causa dell’uso di questi impianti.

Leggi anche: Malasanità, protesi che provocano metallosi per 1500 persone, il codice a barre che fine ha fatto?

“Implant Files”, ormai sta diventando un’indagine a livello internazionale che implica 250 giornalisti e da 36 Paesi in tutto il mondo. Nel nostro Paese, dopo lo scandalo per quanto riguarda gli impianti mammari PIP, sorge spontanea la domanda: ma anche in Italia ci sono questi spiacevoli situazioni?

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.