Allarme morbillo: già registrati 2.295 casi quest’anno, ecco cosa sta succedendo

-
29/10/2018

Morbillo nel nostro Paese, ma cosa succede?

Allarme morbillo: già registrati 2.295 casi quest’anno, ecco cosa sta succedendo

Il Dipartimento Malattie Infettive Dell’Istituto Superiore di Sanità, ha registrato ben 2300 casi di contagio di morbillo. I dati riferiti sono solo per i primi 9 mesi dell’anno in corso, scatta l’allarme morbillo.

Allarme morbillo, ecco cosa succede

Sono stati registrati 150 casi di contagio nei bambini sotto i 12 anni di età, sembra essere un vero e proprio focolaio di morbillo. I dati sono impressionanti, numeri che toccano record, dal primo gennaio al 30 settembre, sono stati registrati 2.295 casi di contaminazione da morbillo. Viene pubblicato ufficialmente dal Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, viene riferito che un percentuale grande di casi registrati provengono da sette regioni.

morbillo in ItaliaA quanto pare la regione Sicilia è stata quella più colpita da morbillo, 440 casi registrati in bambini con meno 5 anni di età, 143 di questi meno di anno di vita. Nella Regione Marche è stato registrato un caso di decesso, e un altro ancora a Trieste. I dati riportano 19 casi di rosolia nel nostro Paese da gennaio a 30 settembre scorso.

L’allarme per quanto riguarda la malattia infettiva è totalmente giustificato, considerando i numeri sempre in aumento negli ultimi 10 anni, si parla di ben oltre 10 mila casi di simile malattia infettiva registrati in Italia.

Secondo alcune statistiche recenti degli esperti, dall’inizio del 2013 sono stati registrati 10.320 casi di morbillo di cui 2.269 nel 2013, 1.695 nel 2014, 255 nel 2015, 861 nel 2016, 5.408 nel 2017 e 2.295 dei primi nove mesi di quest’anno, come abbiamo specificato sopra.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus