Allarme patate: sono tossiche, contengono la “solanina”, ecco di cosa si tratta

Le patate sono un cibo molto amato, l’istituto tedesco di sicurezza alimentare (BfR), ha rivelato che alcuni tipi di patate sono tossiche.

Le patate sono un cibo molto amato, largamente consumato, anche perché è possibile prepararlo e cucinarlo e di conseguenza lo si consuma in più modi, ma purtroppo, l’istituto tedesco di sicurezza alimentare, noto come BfR, ha rivelato che alcuni tipi sono tossiche e che non sono sicure al 100%.

Le patate sono tossiche: ecco perchè

Le patate in oggetto incriminate sono in particolare quelle piene di germogli e troppo verdi, che a causa di una sostanza, chiamata solanina, possono portare a delle intossicazioni ed avere sintomi come diarrea, nausea, vomito e febbre. In alcuni casi l’istituto di sicurezza alimentare ha segnalato alcuni casi, fortunatamente rari, di perdita di coscienza, disturbi respiratori e neurologici e danni al sistema cardiovascolare in seguito al consumo di patate verdi.

Il BfR ha preso in carica di fare delle analisi alle patate dopo che una famiglia intera aveva avuto un’ intossicazione dopo aver mangiato un piatto a base di patate.

Il BfR ha comunicato e diffuso una serie di consigli da seguire per consumarle al meglio per non avere spiacevoli conseguenze, perché oggi al momento non si hanno ancora abbastanza dati per determinare esattamente quando possono diventare tossiche.

Allarme per le capre infette: diverse persone all’ospedale con la febbre Q

Come evitare la contaminazione

Vediamo quali consigli ci vengono dati per evitare di incorrere in possibili contaminazioni. Conservare le patate in un luogo fresco e asciutto, di non mangiare quelle con i germogli, ed evitare inevitabilmente di mangiare la buccia. Quando si preparano per la cottura, si devono eliminare i cosiddetti occhi che spesso si formano su questi tuberi. Per quanto riguarda la loro cottura, bisogna evitare di riutilizzare l’acqua in cui le patate sono state bollite, e cambiare con regolarità l’olio in cui si friggono.