Allarme pesce del Veneto: divieto di consumo per 6 mesi da 30 Comuni

Acque inquinate in ben 30 comuni veneti: vietato consumare il pesce per 6 mesi: ecco cosa sta succedendo

A causa di un forte inquinamento da Pfas, il presidente della Regione Veneto ha ordinato di non mangiare assolutamente il pesce proveniente da 30 comuni veneti. Una recente ordinanza vieta il consuma del pesce se è stato pescato nelle area inquinate da Pfas.

Inquinamento da Pfas: vietato consumare il pesce per 6 mesi

È vietato mangiare il pesce pescato nelle zone dove è stato confermato l’inquinamento da Pfas, con un’apposita ordinanza, il presidente della regione Veneto informa tutti i consumatori che non possono consumare il pesce pescato che proviene dalle zone contaminate da sostanze perfluoroalchiliche

Niente consumo del pesce proveniente dalle arie Pfas

Fino al 30 giugno 2019 il consumo del pesce pescato proveniente dalle aree Pfas non potrà essere consumato.

Alcuni composti hanno inquinato le acque di tantissimi comuni veneti, il pesce non si può consumare

In base all’esito del biomonitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, sono state prese misure cautelare per quanto riguarda il pesce pescato nelle zone colpite dall’inquinamento. La regione Veneto il 12 novembre di due anni fa, aveva deciso di informare la popolazione di non consumare il pesce pescato e proveniente da ben 30 comuni veneti dove sono state riscontrate risultati positivi per quanto riguarda le sostanze perfluoroalchiliche.

Inizialmente si trattava solo di 21 comuni che avevano questo tipo di divieto, in seguito al provvedimento, l’area Rossa è stata ampliata e sono state incluse altre nove comuni veneti.

Una nuova ordinanza in seguito ai recenti controlli, l’area è contaminata da sostanza pericolose per la salute umane, quindi non si può mangiare il pesce che è stato pescato in quelle zone, sarebbe un rischio troppo grande per la salute dei consumatori.

Con ulteriori aggiornamenti, è stato disposto il divieto fino al 30 giugno 2019, ma L’Efsa ha dichiarato che ci saranno ulteriore verifiche per accettarsi che le zone sono pulite e non più contaminate.

Leggi anche: Ambiente: ecco cosa si rischia per inquinamento ambientale

 

 

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.