Allarme ragno violino: come riconoscere il morso

-
19/07/2019

Allerta ragno violino: il Gemelli dice di non preoccuparsi ma ecco una guida per riconoscere l’aracnide.

Allarme ragno violino: come riconoscere il morso

Il ragno violino, come lo scorso anno, terrorizza la popolazione anche se i sanitari del Policlinico Gemelli assicurano che l’allarme non c’è. Il morso del ragno violini, nella maggior parte dei casi provoca solo “fenomeni locali di scarso significato clinico” anche se, poi, l’arrossamento e il prurito provocati dal morso sono piuttosto fastidiosi.

Come riconoscere il ragno violino

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, spiega che il ragno violino è piccolo, misura circa 7 millimetri, ha un colore giallo-marrone e zampe sottili ricoperte da peli. Visto al microscopio si notano 3 coppie di occhi, a differenza della 4 coppie solitamente riscontrate negli altri ragni. Il suo nome deriva da una macchia caratteristica che ha sul corpo.

Solitamente il ragno violino non è aggressivo ma morde solo se disturbato o se si sente in pericolo.  “E’ un ragnetto eremita, che se ne sta in disparte scegliendo posti in cui può nascondersi, come le scarpe – sottolineava l’esperto – è possibile anche trovarlo nei cassetti della biancheria”.

Ragno violino: conseguenze del morso

Solitamente il morso, come abbiamo accennato, porta “prurito, bruciore, formicolio e arrossamento in genere nell’arco dei primi 2-3 giorni dalla puntura” ma ci si potrebbe anche non accorgere di essere stati morsi.

In alcuni casi è possibile però che insorgano problemi più seri poichè l’aracnide può veicolare batteri anaerobi che possono provocare danni alla cute, danni muscolari, renali fino a emorragie – spiegava Pregliasco -. E’ importante recarsi subito al Pronto Soccorso che allerterà il Centro antiveleni. Nel caso in cui sia possibile, l’ideale è conservare l’animaletto e portarlo con sé in ospedale”

Leggi anche: Allarme ragno violino, i posti più a rischio in casa e cosa fare in caso di morso